fbpx
LifeStyle

Il drive-in potrebbe salvare l’intrattenimento in Sicilia

Un ritorno al passato potrebbe essere la scialuppa di salvataggio del mondo dello spettacolo in Sicilia.

L’iniziativa “Live Drive in” è un progetto ideato da Utopia Srl, Zoo Srl, Italstage, e 3D Unfold, aziende leader nei rispettivi campi legati alla produzione, all’allestimento e alla progettazione di eventi. Il format risponde alle esigenze dettate dal Governo in materia di sicurezza. Così da fornire una risposta concreao agli addetti ai lavori nel mondo dell’intrattenimento dopo le sospensioni disposte dall’emergenza sanitaria.

“Un piccolo ritorno alla normalità” che consentirà, in primis di far ripartire tutta la filiera di cinema, teatro e musica live, ad oggi in ginocchio con più di 300 mila lavoratori stimati in disoccupazione. Senza dimenticare le perdite per decine di milioni di euro ogni settimana.

Atmosfera vintage ma in quali città?

Mega schermi e palcoscenici spettacolari attendono gli italiani per l’estate 2020. Sono già 20 le città che hanno deciso di partecipare al format: Catania, Milano, Roma, Firenze, Torino, Bologna, Napoli, Verona, Genova, Bari, Cagliari, Cosenza, Mantova, Avellino, Reggio Calabria, Lamezia Terme, Lido di Camaiore, Olbia, San Benedetto del Tronto e Palermo.

Lo staff organizzativo mira a lanciare un appello al Governo, al Ministero della Cultura e alle Istituzioni Nazionali per porre l’attenzione su un settore importante come quello dell’intrattenimento.

L’organizzazione

Il drive in, dal passato, torna nel 2020 in chiave moderna quasi completamente ad impatto zero grazie all’utilizzo di generatori ad energia rinnovabile, bagni auto-igienizzanti e materiali ecosostenibili.

L’esperimento ha già riscosso particolare successo in Norvegia e in Germania. Chissà se la magia del Drive In conquisterà anche l’Italia!

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker