fbpx
Cronache

Il Codacons interviene sul caso Buscema: situazione conflittuale all’interno dell’Ordine dei Medici

Caso Buscema, interviene il Codacons in relazione alla notizia del rinvio a giudizio del presidente dell’Ordine dei medici di Catania con una pesante nota: situazione conflittuale all’interno dell’Ordine dei Medici.

“La grave situazione conflittuale all’interno dell’Ordine dei Medici di Catania suscita un senso di profondo disagio tra i cittadini catanesi che vedono nella istituzione professionale un organismo di tutela e di garanzia nei loro confronti. Il disagio risulta ancora più evidente se si fa riferimento ai toni aspri con cui la situazione si sta evolvendo con il coinvolgimento della magistratura”, afferma l’avvocato Giovanni Petrone, presidente RegioCodacons.

Massimo Buscema, presidente dell’Ordine dei medici di Catania, endocrinologo era stato querelato per calunnia da parte dell’Asp. Su di lui pende un’accusa per aggressione ai danni di un passante, dopo una lite a causa di un inconveniente stradale, avvenuto lo scorso 6 giugno a Catania.

“Davanti a una situazione del genere il Codacons Sicilia sente di intervenire a tutela dei cittadini, tutti utenti dei servizi medici, chiedendo ai componenti dell’Ordine un atto di responsabilità da espletarsi nella ricerca di soluzioni tali da riportare equilibrio e serenità”, continua l’avvocato.

“Nell’auspicio che quanto richiesto possa essere effettuato in tempi brevi, – conclude Petrone –  il Codacons mette a disposizione le proprie professionalità e competenze per contribuire a riportare l’Ordine alla consueta funzione di garanzia e al prestigio che lo ha sempre contraddistinto.”

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.