fbpx
LifeStyleTecnologia

“Il clan”: Un luogo reale per gli appassionati del mondo virtuale

Creare una community che permetta a giocatori e video giocatori di Catania e Sicilia, di ritrovarsi nello stesso luogo, condividere la propria passione, confrontarsi e perfino sfidarsi.

Questa l’idea brillante di due under 30, Lorenzo Tranchina e Roberto Tringali, “eterni bambini” con il desiderio di trasformare i propri interessi in un progetto entusiasmante e soprattutto concreto.

Un Sogno nato nel 2012, ma che necessita di finanziamenti, e che dal 2012 incontra crescenti difficoltà per potersi realizzare, come racconta Lorenzo, uno degli ideatori: «dopo aver fatto richiesta per lo smart&start, piano rivolto alle startup proposte dai giovani del mezzogiorno, l’idea di creare la nostra sharing gaming community, sfuma all’improvviso al momento dell’ufficializzazione».

Nonostante questo primo ostacolo, la tenacia non abbandona i due che ottengono conferme positive da un bando siciliano, anch’esso destinato al finanziamento di aziende giovani. «Peccato che al momeno di ricevere il telegramma di conferma, ci sentiamo rispondere che i fondi sono terminati un mese prima. Strano -commenta Lorenzo-  visto che fino a qualche giorno prima, ci avevano assicurato la riuscita del progetto».

Un rifiuto che delude Lorenzo e Roberto, ma non li ferma.

L’ idea c’è, il luogo anche, e pc, consolle e tavoli per giochi da tavola, sono pronti per permettere agli appassionati di giocare, comunicare o semplicemente condividere. Una vera e propria isola felice per gli amanti del genere che possono cimentarsi in una gamma vastissima di giochi che và dai più celebri “League of Legends”, “Heroes of the storm”, “Tekken”, e “Fifa” e arriva ai meno famosi, per accontentare i gusti di tutti.

Oltre ai computer e alle sale, dotate di connessione veloce, «pezzo forte del progetto -spiega Tranchina- saranno i tornei settimanali, trasmessi in diretta streaming, realtà diffuse nel parorama internazionale e che in Italia conta pochi centri, tra Roma e Milano.

Sul successo della scommessa, non ci sono certezze, ma il numero di visitatori che annualmente partecipa al Etnacomics, testimonia l’interesse di catanesi e siciliani, per i giochi virtuali, di ruolo e per il gusto della competizione.  Il “Clan” di Roberto e Lorenzo, sarebbe quindi punto di riferimento fisso per giocatori e curiosi.

L’idea di questi giovani, sognatori e  determinati allo stesso tempo, cambia l’immagine comune del Nerd chiuso in camera, che preferisce il mondo virtuale a quello reale. «Noi, ad esempio -racconta Lorenzo- preferiamo riunirci con i nostri pc a casa di uno di noi, giocare insieme è sicuramente più divertente».

Per i ragazzi non è ancora il momento di riporre il sogno nel cassetto, e per concretizzare il loro progetto, puntano stavolta sulla solidarietà del crowdfunding, con la speranza di ricevere delle somme e dare vita alla loro attività. «Coloro che ci aiuteranno – conclude Lorenzo- riceveranno in cambio, gadget, spillette e buoni premi da sfuttare all’interno de “il Clan”».

Un modo per aiutare la community e in un certo senso, per farne già parte.

 

 

 

 

 

 

Tags
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker