fbpx
Senza categoriaSport

Igea Virtus-Acireale 2-0: le analisi e le dichiarazioni post partita

Ieri pomeriggio, nell’incontro giocato allo stadio “D’Alcontres” di Barcellona Pozzo di Gotto, l’Acireale ha perso 2-0 contro i padroni di casa dell’Igea Virtus che con questa vittoria confermano il proprio primato in classifica insieme al Rocca Capri Leone, aumentando a quota cinque i punti di vantaggio sugli acesi.

Come sottolineato in sede di cronaca si è visto un brutto Acireale. La squadra guidata da Ezio Raciti ha deluso, non riuscendo ad imporsi contro un’Igea Virtus che per quanto dimostrato sul campo ha meritato di vincere. In casa Acireale non è certamente il momento dei processi: nulla è ancora perduto e nelle prossime partite non mancheranno le occasioni per rilanciarsi e per ripartire, a cominciare dalla finale di Coppa Italia giovedì a Marsala contro il Mazara. Come al solito, sarà il campo ed il tempo a dire se la disfatta di Barcellona P.G. ha rappresentato solo un normale incidente di percorso oppure l’inizio della fine dei sogni di promozione in serie D.

Intervistati in sala stampa, gli allenatori delle due squadre hanno commentato la partita giocata ieri. Ecco di seguito come si esprime il tecnico dell’Acireale Ezio Raciti, il quale parla anche dell’imminente finale di Coppa Italia contro il Mazara:

<<Oggi abbiamo perso contro una grande squadra e può capitare, ma purtroppo abbiamo incassato lo svantaggio al primo tiro in porta e da là è cambiato tutto. Abbiamo cercato di fare la nostra partita, provando ad impostare la manovra ed a tratti ci siamo riusciti, ma siamo rimasti impantanati in un terreno di gioco in pessime condizioni. Abbiamo perso questa partita, ma nulla è ancora perduto perchè mancano dodici partite e possiamo ancora recitare un ruolo di rilievo in questo campionato. Mi reputo comunque soddisfatto perchè i miei ragazzi hanno dato il massimo e così faremo fino alla fine del campionato. Cosa non ha funzionato? Abbiamo interpretato male la partita ed abbiamo cercato di insistere a giocare palla a terra, al posto di calciare in porta con maggiore frequenza e cercare di giocare con i lanci lunghi come hanno fatto loro. Igea Virtus? Credo che loro meritino il primo posto in classifica e non credo che guidino la graduatoria a caso. Sono un’ottima squadra con un ottimo allenatore e finora hanno meritato di stare ai primissimi posti in classifica. Il campionato dopo questa sconfitta? Oggi abbiamo perso, adesso siamo a cinque punti dal primo posto, ma mancano tante partite e possiamo ancora rimediare. Finale di Marsala contro il Mazara? Quello è un altro discorso perchè si tratterà di una gara secca in cui può succedere di tutto; bisogna vedere in che condizioni mentali e fisiche si arriva ad un appuntamento del genere. Acireale favorito sul Mazara? In gare simili non esistono dei favoriti ed una partita secca come una finale è condizionata da tante cose. Credo che se il Mazara è arrivato in finale non sia un caso. Teniamo molto alla vittoria della Coppa Italia ed in questi giorni ci ricompatteremo per preparare al meglio questa partita>>.

Intervistato nel dopo gara, l’allenatore dell’Igea Virtus Giuseppe Raffaele commenta in questi termini la vittoria della sua formazione:

<<Credo che per quello che si è visto in campo, abbiamo meritato la vittoria perchè prima di tutto abbiamo approcciato bene alla partita. Inizialmente, a causa del vento contrario, abbiamo fatto fatica a fare il nostro gioco, ma nel complesso abbiamo meritato di vincere ed il nostro successo è stato limpido. Abbiamo preparato bene la partita e faccio un grande plauso ai miei ragazzi, i quali hanno fatto una prestazione quasi perfetta. Acireale? Abbiamo incontrato la squadra più forte del campionato che veniva da una striscia positiva importante e questo successo acquista sicuramente più valore vista la forza dei nostri avversari. Terreno di gioco? Purtroppo ha piovuto molto ed il campo era in brutte condizioni. Sicuramente il campo in pessime condizioni non ha favorito lo spettacolo ed ha penalizzato la tecnica di entrambe le squadre. Lotta per il primo posto? Mancano ancora tante partite e non credo che l’Acireale sia tagliata fuori dalla lotta per vincere questo campionato. Conosco bene questo campionato; ci sono tante squadre in pochi punti e cinque lunghezze di vantaggio sull’Acireale non sono un distacco enorme dato che basta poco affinchè loro si riavvicinino. Poi ci sono tante squadre attrezzate, fra cui alcune che si sono rinforzate bene a dicembre come Atletico Catania, San Pio X e Milazzo. Sarà quindi un campionato combattuto ed incerto fino alla fine. Nostra striscia positiva? Non perdiamo da settembre, ma nonostante alcune difficoltà che abbiamo attraversato, siamo stati molto regolari nei risultati. Siamo stati bravi a costruire questa striscia positiva importante, la quale sicuramente è un elemento fondamentale per chi alla fine vincerà questo campionato>>.

Fonte foto: Mimmo Lazzarino dello Sportweb.

 

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button