fbpx
News in evidenzaSport

I tifosi lanciano l’hashtag #comprateilcatania1946. Revocati gli arresti per Pulvirenti e Cosentino

Antonino Pulvirenti e Pablo Cosentino hanno ottenuto la revoca degli arresti domicialiari, il giudice per le indagini preliminari Fabio Di Giacomo Barbagallo ha accolto nella mattinata di ieri la richiesta avanzata dai due indagati nell’ambito dell’inchiesta i “Treni del gol”. Per l’ex presidente e a.d. del Calcio Catania, visto il rischio di fuga all’estero, disposto il ritiro del passaporto e l’obbligo di firma quattro volte a settimana in un posto di polizia.

Dall’inchiesta partita dal capoluogo etneo sembrerebbe che la società rossazzurra abbia fatto tutto da sola, ma in realtà a un compratore corrisponde sempre un venditore, la sensazione è che il pentolone dovrà essere ancora scoperchiato e che il numero delle società coinvolte nello scandalo si allargherà a macchia d’olio. L’unica certezza in questo momento è che l’era Pulvirenti a Catania, dopo anni di successi,  si è chiusa nel peggiore dei modi: la costruzione del fiore all’occhiello Torre del Grifo, le vittorie prestigiose contro le super potenze del calcio italiano, la cavalcata in serie A fino all’ottavo posto spazzate via dalla vergognosa frode sportiva messa in piedi dal numero uno della società rossazzurra.

I tifosi etnei sbigottiti, sotto shock dal 23 Giugno, non si sono arresi, hanno manifestato compatti per le vie della città per sostenere contro tutto e tutti l’amore per quei colori offesi da chi aveva il dovere di difenderli. Le vere vittime, che non saranno mai risarcite sono proprio loro: gli appassionati rossazzurri sempre presenti in ogni dove per portare in alto l’onore di Catania.

La proprietà, nella persona di Pulvirenti, pare sia pronta a vendere la società ed immediato si è scatenato il tam tam tra i tifosi. Sul gruppo di riferimento dei supporters etnei “Quando saremo tutti nella nord” è stato lanciato l’hashtag #comprateilcatania1946. Nel comunicato si chiede certezza dei programmi e serietà d’impegno. L’auspicio è che tutti facciano la loro parte, il sindaco, gli imprenditori per dare un contributo fondamentale in un momento di grandissima difficoltà certi che l’investimento  iniziale verrebbe ricompensato non solo economicamente ma soprattutto dal vero capitale, quello umano fatto di gente appassionata e innamorata dei propri colori.

 

 

 

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker