fbpx
L'Urlo dei BambiniLifeStyleSenza categoria

I sogni e l’Uomo Nero

Fin da piccoli sviluppiamo desideri e paure che crescono con noi e ci accompagnano nel corso della nostra vita. Da neonati, penso che tutti abbiamo desiderato la stessa cosa: essere allattati e protetti dalla mamma era la nostra priorità assoluta. Crescendo, i desideri di ciascuno di noi si sviluppano e si diversificano. Le paure, invece, rimangono uguali ma si amplificano.

Chiedendo ai miei compagni ed amici quali fossero i loro desideri e le loro paure ho avuto conferma di ciò che pensavo.

I desideri sono tanti e differenti per ciascuno di loro. C’è chi sogna di viaggiare come Laura e Paola che non vedono l’ora di esplorare il mondo. Sogni di gloria come quelli di Rosa e Valery che vorrebbero, un giorno, partecipare alle Olimpiadi o come Adele che vorrebbe diventare un’attrice e andare a Hollywood, Carola, invece, vuole continuare ad allenarsi con Paolo Bacchini e diventare brava come Carolina Kostner.

I desideri dei miei amici sono molto belli e affascinanti, alcune volte stravaganti, come quello di Morena che da grande vuole farsi il piercing all’ombellico. Altri li ho trovati un po’ imbarazzanti: c’è quel Mario R. che si vorrebbe fidanzare con me.

Le paure sono le stesse un pò per tutti: Laura, Giulio e Roberta temono il buio; Elisa e Samuele hanno paura dei rimproveri paterni mentre Roberta non solo ha paura del buio ma anche dei ragni e dei pipistrelli. La paura più grande di Rosa è quella di perdere i suoi genitori.

E poi c’è sempre il solito Mario R. che mi ha fatto morire dalle risate, con le sue paure buttate li tanto per dire, forse perché non ha paura di niente o forse perché le sue paure sono talmente grandi da non poterle raccontare. Ad ogni modo… di temere che gli cada addosso la Torre di Pisa. Che dire, conoscendo Mario non mi stupirei se ciò accadesse!

E ora tocca a me… da grande vorrei diventare una brava ginnasta come Carlotta Ferito, fare l’archeologa oppure diventare una brava attrice di teatro e girare il mondo. Ma come tutti anch’io ho le mie paure: del buio, di non farcela, di non essere all’altezza e come Rosa quella più grande ovvero perdere i genitori. Questa è la paura più grande che secondo me mi accomuna alla maggior parte dei miei coetanei.

5° D istituto comprensivo S. Scandura di Aci Catena

Tags
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker