fbpx
CinemaLifeStyle

I Puffi tornano al cinema, e si torna tutti bambini

Per la prima volta i Puffi apparvero in TV cinquant’anni fa, o poco più, stupirono da subito tutti e rimasero nel cuore di bambino e poi adulti per il loro aspetto buffo, le loro avventure e  la loro simpatia, le loro case nei funghi, i loro nomi strampalati, il loro senso di fratellanza e di pace – quasi una comunità new age – e il saggio grande Puffo.

Adesso sono tornati al cinema, e già sono al primo posto al Box Office, spodestando nel primo weekend di programmazione “La Bella e la Bestia“, ma confermando la tendenza a ripescare della passato i cartoni anni ’80 ne ’90 e la fiabe che hanno fatto storia e riportarle sul grande schermo. Film che non sono più solo per  i bambini, che ammiccano all’adulto di oggi, in veste non solo di accompagnatore ma anche nostalgico di tempo spensierati.

I Puffi erano già tornati al cinema in versione mista con il live action, poco fedele alla grafica dei cartoon, nel 2011 e nel 2013, e non sempre con successo. La scelta invece questa volta di usare la grafica originale dei personaggi risulta vincente, l’effetto finale è ricco di colori e di vivacità. 

I Puffi – Viaggio nella Foresta Segreta è di fatto un lungometraggio ricco di avventura, di atmosfere fiabesche, di allegria e semplicità, come il messaggio semplice che senza troppe letture fra le righe lancia: il senso di appartenenza ad una comunità, al sapersi riportare con gli altri e collaborare, al di la delle differenze e degli screzi.

In questa avventura verranno svelati alcuni segreti e misteri: esistono Puffi di altri colori? Perché sono 99 maschi e una sola femmina?

Puffetta è uno dei personaggi protagonisti, è lei che grazie ad una mappa misteriosa da il via a questo viaggio mozzafiato, ricco di pericoli e azione – a volte anche troppo – in compagnia dei suoi inseparabili amici (spasimanti) Quattrocchi, Tontolone e Forzuto.

Non manca il perfido e meschino Gargamella, con l’insperabile Birba, anche questa volta a caccia delle creature blu.

Tutto bene, se non fosse per la musica a cui è stata data un’ impronta dance fuori luogo, ma evidentemente di tendenza e accattivante per i bambini. A cantarla sempre lei, che rivisita la sigla, Cristina D’Avena.

Trama: in questa avventure dei Puffi, una mappa misteriosa spinge Puffetta e i suoi migliori amici Quattrocchi Tontolone e Forzuto a una corsa emozionante e piena di suspence attraverso la Foresta Segreta, un luogo popolato da creature magiche, per trovare un villaggio perduto prima che ci arrivi il perfido Gargamella. Intraprendendo questo viaggio spericolato, ricco di azione e insidie, i nostri amici blu si ritroveranno a scoprire il più grande segreto della storia dei Puffi.

Trailer:

La sigla cantata da Cristina D’Avena ieri come oggi, ma questa segue le ultime tendenze in chiave dance! Un tormentone.  Ecco la versione Karaoke da cantare coi vostri bambini…

Mostra di più

Giada Condorelli

Un incrocio di razze, culture e religioni, fa di me una curiosa cronica. Padre siculo normanno, da Lui eredito creatività ed amore per l'arte in tutte le sue forme. Madre libica di origine armena, da Lei eredito la forza di volontà ed il valore dell'arricchimento reciproco. Una Laurea in Politica e Relazioni Internazionali, un matrimonio d'amore, un Blog e infiniti sogni. Del multitasking ho fatto una filosofia di vita. Appassionata di moda senza esserne schiava, beauty addicted, amante del healthy food, per necessità, con mise en place chic! Foto e lifestyle sono parte integrante delle mie giornate...Pinterest ed Instagram la mia ossessione. Riesco a trovare la bellezza in ciò che vedo e la positività in ciò che accade. "L'eleganza è la sola bellezza che non sfiorisce mai" ( Audrey Hepburn )

Potrebbe interessarti anche

Back to top button