fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

I lavoratori Myrmex sospendono la protesta dopo l’incontro con il presidente Crocetta

“Dal presidente impegni concreti. Noi gli diamo fiducia ma ci aspettiamo una svolta definitiva”

I lavoratori della Myrmex hanno sospeso l’occupazione del terrazzo del laboratorio di ricerca iniziata 18 giorni fa.

Il presidente Crocetta che ieri sera ha incontrato i rappresentanti di Cgil, Filctem Cgil, Uil e Cisal e una folta rappresentanza di lavoratori,  si è “intestato personalmente” la soluzione della vertenza sulla base della delibera del 2011 già adottata dalla Regione Sicilia proprio per costruire un percorso di sviluppo del laboratorio e  l’obiettivo di portare il caso Myrmex su un apposito “tavolo nazionale”.  Ha inoltre rinnovato l’appuntamento con i rappresentanti sindacali tra dieci giorni.

All’incontro erano presenti il segretario generale della Cgil di Catania, Giacomo Rota, la segretaria confederale della Cgil Margherita Patti, il segretario generale della Filctem Cgil Sicilia Giuseppe D’Aquila e il segretario provinciale Giovanni Romeo , il segretario della Uil Alfio Avellino e Giuseppe La Mendola, segretario Cisal.

“I dipendenti Myrmex sospendono l’occupazione a fronte di un preciso impegno del Presidente della Regione sul quale oggi scelgono di riporre la loro fiducia di cittadini e di lavoratori- spiegano i rappresentanti sindacali – Riconosciamo anche al componente di gabinetto della Presidenza della Regione, Giuseppe Caudo, di avere ricoperto un ruolo fondamentale nel dialogo possibile tra i lavoratori e Crocetta e non dimentichiamo l’appoggio del sindaco Bianco che ha incontrato i lavoratori recandosi personalmente sul terrazzo per portare loro solidarietà e concreta disponibilità. Adesso ci aspettiamo che il Presidente prepari per iil futuro della Myrmex e dei suoi dipendenti, un percorso di rinascita concreto sin da subito. La vertenza è stata dura e dolorosa e i lavoratori si aspettano una svolta definitiva”.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker