fbpx
Cronache

I comitati No Discarica in agitazione a Palermo

I Comitati No Discarica di Misterbianco e Motta S. Anastasia saranno domani, 08 Marzo 2016  davanti all’Assessorato Energia e Rifiuti della Regione Siciliana a Palermo, sede della Conferenza dei Servizi per il rilascio del rinnovo dell’autorizzazione alla discarica di Valanghe d’inverno.

I Comitati saranno a Palermo per segnalare fisicamente, con un sit-in pacifico, che le scelte politiche e le inadeguatezze amministrative delle istituzioni che ci governano e che dovrebbero tutelare la salute e l’ambiente,  ricadono alla fine sulle vite concrete, materiali e dolorosamente martoriate di due Comunità che non si arrendono come ha mostrato anche l’inchiesta de “Le Iene” andata in onda ieri sera, dando ribalta nazionale al disagio del nostro territorio.

I Comitati No Discarica contano fortemente, dopo l’approvazione della mozione d’indirizzo politico votata all’unanimità del Consiglio Comunale di Motta S. Anastasia circa il voto sfavorevole al rinnovo dell’AIA sulla discarica, sul senso di  responsabilità e sul rispetto della volontà popolare che sono sicuri il Sindaco  Anastasio Carrà vorrà onorare, possibilmente con la sua presenza diretta alla conferenza dei servizi, stante che può andare un solo esponente per comune, e che in nessun caso l’eventuale delega all’ing. A. Di Rosa, dirigente tecnico del servizio ecologia, significhi  un mandato in bianco: l’ingegnere ha già dichiarato di non essere disposto a cambiare il suo parere favorevole all’insediamento della discarica.

Se alla conferenza dei servizi del 14/07/2014 il voto favorevole del Comune di Motta poteva essere una scelta “tecnica” e il sindaco Carrà, allora neo eletto, poteva trincerarsi dietro la non piena consapevolezza di azioni, ragioni, sentenze, autorizzazioni che lo avevano preceduto, ora è sindaco da quasi 2 anni,  e un intero consiglio comunale si è espresso con fermezza circa la non desiderabilità, la non legittimità della discarica e per il rispetto del principio di precauzione di cui è investito in quanto  autorità sanitaria locale: fidiamo che non vorrà deludere i suoi concittadini così trasversalmente rappresentati da tutto il consiglio comunale.

Esprimiamo la nostra solidarietà agli esperti ( avvocati, medici, ambientalisti)  che per la prima volta a Motta sono stati interrogati circa gli effetti sulla salute della discarica, grazie a Danilo Festa, presidente della commissione consiliare che si occupa della discarica della Oikos in contrada Valanghe d’inverno.

Sono state, infatti, realizzate le audizioni dei primi tre medici, due di Misterbianco e uno di Motta e prima ancora è stato audito il prof. Angelini, come massimo esperto sulla gestione dei rifiuti, e il prof Antonino Cuspilici, come medico igienista,  che ha consigliato di usare le royalties per delle indagini di “analisi sanitaria pregressa”, sui dati statistici degli ultimi 10 anni; unico modo buono di spendere i soldi che ripagano del disagio ambientale è appunto quello di misurarlo concretamente e di denunciarlo poi pubblicamente, i legali della Oikos hanno forse paura di chi ha semplicemente consigliato, per competenza, di avvalersi dei normali mezzi di ricerca scientifica?

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button