fbpx
GiudiziariaMafiaPalermo

I boss, gli hacker e le carte di credito clonate

Palermo – Sono 24 le persone arrestate dalla Squadra mobile di Palermo diretta da Roddolfo Ruperti. L’accusa è quella di aver clonato centinaia di carte di credito e aver trafugato oltre 3 milioni di euro.

Molti dei componenti dell’organizzazione “vantano” parentele famose all’interno di Cosa Nostra e per questo motivo non si esclude che la truffa possa essere un modo e per riempire le casse.

Il metodo era molto semplice: false agenzie di autonoleggio, clienti ignari e hacker russi che vendevano i codici di autonoleggio. Gli “affari” erano incrementati anche dalla Expo Car, una vettura da noleggiare a prezzi stracciati per arrivare fino a Milano per vedere l’esposizione universale.

A bloccare la truffa, un cliente per niente contento di essere stato raggirato, che ha denunciato il tutto e ha portato agli arresti delle 24 persone.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button