fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Hacker islamici: rivendicazione sulla pagina dell’Urlo

Dopo l’attacco al sito dell’Università di Catania (Hacker islamici colpiscono l’Università di Catania) gli hacker islamici del Tunisian Fallaga Team hanno rivendicato la loro azione sull’Università di Catania e lo hanno fatto sulla fan page del sito L’Urlo:

Immagine

Questo il post scritto da Saber Sebri:

we will never stop we’ll continue to share our message :)
#Fallag_KIll3r

Non fermeremo mai continueremo a condividere il nostro messaggio :)
#Fallag _ kill3r
Il militante islamico ha anche messo un link che riconduce all’hashtag Fallag_Kill3r dove sono presenti diversi post pubblicati dai simpatizzanti del Movimento.
Non sappiamo chi si sia Saber Sebri, forse si tratta addirittura di un minorenne, per tale motivo pubblichiamo solo una sua foto col volto coperto, altre foto le potete trovare sul profilo Saber Sebri.
15109543_1838489596381484_8577464903445821035_n
Questa invece è la foto di copertina del ragazzo:
15972394_1864916687072108_9090614238213164072_o
Da notare che Saber Sebri quando comunica con qualcuno nel suo profilo utilizza parole incomprensibile appartenenti ad una lingua inesistente per l’appunto, forse un linguaggio in codice.
Come riportato dal sito wired: “Il Fallaga Team è solo una delle tante crew islamiste che hanno partecipato attivamente a opFrance, una campagna contro i siti francesi e la reazione occidentale a Charlie Hebdo. Ma gran parte di questi gruppi di hacker, per quanto antioccidentali, non solo non hanno connessioni dirette con l’Isis, né sono necessariamente sovrapponibili a quelle posizioni ideologiche, ma non esprimono neppure particolari abilità tecniche. Sta di fatto che il 10 febbraio, secondo quanto riporta la testata Radioexpressfm, le autorità tunisine avrebbero arrestato 6 membri del Fallaga Team con la legge antiterrorismo. Ma sono davvero dei cyberjihadisti? C’è ad esempio chi, in Tunisia, pensa che gli arrestati siano solo dei cyberpirati come tanti con tendenze islamiste. E chi – come Marouen Jeddah, direttore dell’Observatoire des Droits et des Libertéte – pensa che, anche a causa delle attuali leggi antiterrorismo tunisine, potrebbero non avere un giusto processo, ed essere giudicati, più che per le loro azioni, per le idee presunte. “
Da quello che è stato detto sembra che non esista dunque un legame effettivo fra Isis e Fallaga Team anche se già in passato molti di essi sono stati arrestati per atti legati al terrorismo.
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano
Back to top button