fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Guido Condorelli bersagliato dalle locandine satiriche

Dopo il post sull’umiltà (articolo “Andiamo a comandare” stravince le elezioni ma sospende (per un giorno) il profilo facebook) il consigliere comunale Guido Condorelli è stato bersagliato da una serie di locandine satiriche.

Fra queste immagini in una si vede il neoconsigliere seduto accanto al padre Filippo medico stimato e politico di lungo corso:

19146080_685085715031215_5094454596376308595_n

Ma ci sono altre immagini pubblicate sul web nelle quali si fa sarcasmo sul neoeletto consigliere comunale, ora chierico, ora allenatore, ora guidatore di trattore:

19105832_1475698832469497_5637029624372154051_n

19224845_10213031151684612_6272945447908810445_n

19146151_1393042150772888_9030596420159076419_n

Tutte quante queste immagini, in maniera forse provocatoria, sono state inserite come commenti al seguente post di Guido Condorelli:

“Mi piace personalmente che da una banale “battuta canora”,data come impeto ai nostri sostenitori, si scateni una valanga di commenti appassionati, sia positivi che negativi, significa che Paternò è viva!!! Ma credo che sia necessario, nel rispetto di tutti e soprattutto della libertà di pensiero e della buona educazione, non utilizzare volgarità e non diffamare o minacciare nessuno sia perchè non ci spaventa ma soprattutto perchè è ILLEGALE. Quindi grazie a tutti i commentatori buoni e cattivi”…ma ai maleducati ed ai diffamatori ricordo che l’unica risposta che noi, lavoratori onesti e liberi, vi diamo è quella LEGALE…! Solo così le cose possono cambiare…col coraggio di denunciare chi vorrebbe azzittirci!W PATERNO’ W LA LIBERTA’!!!
Guido Condorelli.”

Intanto il paese è spaccato in due: se c’è chi attacca Condorelli c’è chi lo difende facendo riferimento al fatto che il post e la citazione rovazziana di Condorelli avevano esclusivamente finalità ironiche.

Mostra di più
Back to top button