fbpx
Sport

Guida al prossimo avversario: Virtus Entella

Partita da dentro o fuori per il Catania che si troverà domani, in terra ligure, al cospetto della Virtus Entella. Match verità per i rossazzurri che dopo tre match esterni consecutivi pareggiati per 0-0, deve necessariamente puntare ad ottenere la prima vittoria esterna del campionato per dare continuità e un senso ai tre pareggi ottenuti lontano dal Massimino. Nella sfida tra liguri ed etnei, in palio punti che valgono doppio visto che l’Entella con 37 punti, diretta concorrente degli etnei per la corsa salvezza, in caso di sconfitta vedrebbe il Catania portarsi a sole due lunghezze di distacco.

La squadra allenata da Prina viene anch’essa da tre risultati utili consecutivi, ma a differenza degli etnei i liguri con sette punti messi in cassaforte si sono tirati un pò fuori dalla zona rossa, molto significativa in questo senso l’importante vittoria esterna a Terni, la seconda dopo quella di Cittadella. Nell’ultimo match i biancazzurri hanno raggiunto in extremis, con annesse polemiche seguite allo strano ritrovamento in panchina di un foglietto, il pareggio su rigore contro il Frosinone.

Nonostante il momento positivo, la società ligure non attraversa un buon momento fuori dal rettangolo di gioco. Notizia di qualche giorno fa l’arresto e il successivo rilascio a Bruxelles del presidente Gozzi, accusato di corruzione per l’ottenimento di appalti in Congo. Gozzi occuperà regolarmente il proprio posto in tribuna per la partita contro i rossazzurri

Tra le fila dei biancazzurri l’uomo più rappresentativo è sicuramente Sforzini, autore di una tripletta e un’espulsione nel match avvelenato contro il Frosinone. L’attaccante sarà dunque assente contro il Catania. I difensori rossazzurri dovranno fare attenzione al trequartista Andrea Mazzarani, ex Modena, Udinese e Napoli, già autore di 5 reti in 24 gare.

Il tecnico Prina con ogni probabilità riproporrà il 4-3-3. In porta dubbio sino all’ultimo tra Coser e Paroni; in difesa, torna disponibile il terzino sinistro Cecchini, sulla destra ci sarà Belli, centrali l’ex Cesar e Ligi; linea mediana con Di Tacchio, Botta (o Battocchio) e Volpe; in avanti, certo della maglia da titolare Mazzarani, uno tra Masucci e Ferreira, sarà Cutolo il sostituto di Sforzini.

L’unico precedente tra etnei e liguri risale al match disputato nel girone d’andata al Massimino in cui il Catania di Sannino schiantò i biancazzurri con un perentorio 5 a 1. I dati dicono che la squadra di Prina per quanto concerne gol realizzati, possesso palla, pericolosità e supremazia territoriale occupa il penultimo posto tra tutte le squadre della cadetteria. Sono 31 le reti realizzate contro le 42 etnee, 43 le reti subite, tre in meno rispetto ai rossazzurri. Il rendimento casalingo è pressoché simile, una vittoria in più soltanto per la formazione siciliana, Il rendimento esterno dei liguri ha fruttato 13 punti, tra le mura amiche il rendimento è pressoche simile alla formazione rossazzurra: soltanto una vittoria in meno per la società del presidente Gozzi.

Il Catania si troverà di fronte l’ex brasiliano Cesar, che ha militato tra le file rossazzurre tra il 2004 ed il 2007, raccogliendo 56 presenze e realizzando tre reti.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker