fbpx
Home DecorLifeStyle

Gli errori più comuni nell’arredamento

7 errori clamorosi da evitare assolutamente quando arrediamo casa

Finora vi abbiamo parlato di stili, tendenze e di tutti i piccoli trucchetti utili per migliorare l’aspetto della vostra casa, adesso è il momento degli errori.

Non incorrere in errori o evitare i più comuni è altrettanto importante.

Spesso si cade clamorosamente nelle scelte più essenziali, analizziamone alcune proprio per capire di cosa si tratta e scongiurare il periocolo.

Il primo errore in ordine di importanza e di priorità è quello di non sovraccaricare

Sovente succede di ritrovarsi in ambiente che ha troppi mobili o troppi oggetti, l’accumulo non è tollerato e una casa troppo piena risulta inevitabilmente sciatta e banale.

Vincono invece gli ambienti sobri e leggibili, con pochi oggetti e suppellettili, il dono della sintesi ripaga dello sforzo fatto!

Non mischiare stili

Anche se vi abbiamo parlato di un certo mix and match in cui mischiare ma senza mai esagerare. Per esempio su uno stile moderno ben vengano riferimenti al classico o all’antico (vedi come inserire mobili d’epoca nel moderno qui), o qualche dettaglio etnico (qui), purchè si tratti di qualche accenno.

I quadri appesi alti e di dimensioni insignificanti

Se proprio non possiamo fare a meno dei quadri di piccola dimensione cerchiamo di creare un insieme, non lasciamoli isolati!

Piuttosto incorniciamo foto (magari in bianco e nero) e accostiamole a stampe, ricami, poster, fino a ricreare un grande rettangolo ideale.

Evitiamo i quadretti piccoli, solitari e spesso appesi ad altezze improbabili: l’altezza corretta è quella a portata d’occhio!

Le lampade

Una luce centrale in una stanza non è niente di nuovo: e se provassimo a decentrare la luce? Illuminare una zona notte o un living con lampade da terra e da lettura è un must che regala un’atmosfera sofisticata e rende unici i nostri interni (qualche idea qui). E allora evitiamo la banalità del punto luce centro stanza e lasciamoci guidare dalle funzioni dello spazio inserendo punti luce ad hoc, il risultato d’effetto è assicurato.

Accumulo di oggetti in cucina

Chi cucina lo sa: friggitrice, sbattitore, macchina del caffè, microonde, tostapane… l’elenco dei piccoli elettrodomestici è infinito. L’accumulo è sempre un errore e spesso questi elettrodomestici alloggiano tutti sul top creando un affollamento in cucina.

Dunque è indispensabile semplificare: l’idea giusta potrebbe essere quella di creare un armadietto dedicato in cucina o in uno spazio adiacente. Oppure tenere ciò che davvero ci serve ed utilizziamo ogni giorno.

I tappeti

Attenzione ai tappeti che rendono più personale ed accogliente la casa ma che possono creare un effetto ritaglio poco piacevole.

Sotto un divano o sotto un letto la dimensione giusta è quella che inquadra tutto l’oggetto: se un divano è 180 cm il tappeto dovrà avere un margine destro e sinistro e dovrà essere almeno 250 cm e ricomprendere la profondità del divano. Tutto ciò che mini dimensionato rischia di creare uno spiacevole effetto zerbino.

L’importanza delle tende

Mai sottovalutare le tende che sono sia un filtro che un accessorio che incide direttamente sulla qualità della vita in casa. Le tende troppo spesse sono da evitare anche in stanza da letto. Sì invece alle velature e alle trame leggere che lasciano filtrare la luce, alleata preziosa della casa e del nostro benessere fra le pareti domestiche.

Sembrano passaggi scontati, ma in realtà le più belle case spesso mostrano fragilità su questi temi, molti dei quli sono facilmente estirpabili alla radice con un po’ di attenzione e di programmazione.

La progettazione è tutto, dunque se siete in procinto di fare casa documentatevi oppure affidatevi a mani esperte, senza mai improvvisare perchè tutto dev’essere al suo posto: d’altronde nessun posto è come casa!

Photo credit: Web

Tags
Mostra di più

Valeria Lopis

Mamma ai tempi di whatsapp, winelover appassionata, lettrice seriale, 100% made in Catania ma con tanta voglia di importare usi e costumi nord europei, a cominciare dal loro design, così dopo una bella laurea in scienze politiche e tante collaborazioni nel mondo della comunicazione, inizia il suo lavoro nel mondo del design come arredatrice d'interni presso un prestigioso show room catanese. Social quanto basta, orgogliosa proprietaria di un vespone dell'82, a bordo del quale il mondo è sempre un posto bellissimo, capta pensieri ed energie, come tutte le donne è geneticamente predisposta a fare circa 10 cose contemporaneamente, ogni giorno è un nuovo giorno ma la domenica è sempre troppo breve!

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker