NewsPolitica

Gli elettori rifiutano di consegnare le schede elettorali. La matita non è copiativa

Più passanno le ore più aumentano le segnalazioni che giungono dalle scuole sedi di seggio elettorale. A Catania non c’è solo la Dante Alighieri dove il consigliere comunale Ludovico Balsamo ha chiamato la Digos e le operazioni di voto sono state bloccate in alcune sezioni dai presidenti e dagli stessi elettori che si rifiutano di consegnare la scheda elettorale, si registrano irregolarità in altre istituti: alla Pizzigoni di via Siena, la Vittorio de Feltre in via Francensco Durante, l’Armando Diaz di via Basile.

In provincia di Catania si registrano segnalazioni ad Acireale alla Paola Vasta, ad Aci Catena nel seggio elettorale di Aci San Filippo.

La gente si sta portando dietro la gomma da cancellare per appurare se le matite sono copiative. Il risultato è negativo in moti casi.

Alla Dante Alighieri la Digos fa sapere di non poter procedere ad una prova.

“La matita non copiativa costituisce uno strumento idoneo a commettere reato di frode elettorale, determinando la mancanza di autenticità della scheda, che può essere agevolmente adulterata – spiega l’avvocato Giuseppe Foti – in questi casi l’elettore che lo appurra deve fare denuncia alla polizia e chiedere il sequestro facendone segnalazione anche al presidente del seggio perchè proceda alla sospensione delle operazioni sino alla sostituzione delle matite. Se gli organi di polizia hanno dubbi sull’effettuazione del sequestro possono procedere ad interpellare la locale Procura della Repubblica”.

Si registra un precedente del genere sulle matite copiative nel 2013.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.