fbpx
CronacheNews

Giovane in coma farmacologico dopo incidente, l’investitore scappa. I parenti: “Chi sa parli”

E’ attraverso i social network, sul gruppo facebook Inciviltà a Catania, che i parenti di un giovane catanese di 33 anni, investito in via Acquedotto Greco la sera del 28 maggio, chiedono aiuto perchè qualcuno parli. L’investitore è scappato lasciando a terra il ragazzo, che ora è in coma farmacologico a causa del grave trauma cranico.

“Ieri sera, tra le 18.40 circa e le 19, mio cugino si trovava col suo vespone in prossimità dell’incrocio del bar Litteri, in via Acquedotto Greco, quando è stato investito frontalmente da un fuoristrada.
Non sappiamo la dinamica precisa dell’incidente, sappiamo solo che questa macchina gli è arrivata davanti e, dopo averlo investito, è scappato. I vigili stanno cercando di rintracciare chi guidava il mezzo, ma non sembra così semplice. Il mio appello si rivolge a tutti coloro che hanno visto qualcosa, qualsiasi cosa, chi era alla guida, la dinamica dell’incidente, qualcosa che possa aiutarci a capire e a fare giustizia, visto che intanto quella persona, chiunque sia, è fuggita chissà dove. Mentre magari lui/lei si fa il suo riposino pomeridiano, noi siamo qui a pregare per mio cugino che, a soli 33 anni, ha subito un grave trauma cranico con fratture multiple alla scatola cranica e la rottura di una vertebra e in questo momento è in coma farmacologico, mentre noi siamo impotenti e possiamo solo sperare che il telefono non suoni e non ci siano peggioramenti della situazione. Se qualcuno sa qualcosa, vi prego, ditelo, in qualsiasi modo, ma aiutateci. Non si può investire una persona e lavarsene le mani.

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker