fbpx
CronacheEventi

Giornata del Mare: “Possiamo ancora salvarlo, ma bisogna far presto”

Giornata del Mare“, a Catania, nella sede del CONI di Corso Sicilia, si è tenuta la conferenza e la premiazione del concorso “Il mare che vogliamo. L’evento, patrocinato dal Dipartimento di Pesca Mediterranea della Regione Siciliana, dal Comune di Catania, dalla Guardia Costiera di Catania e dalla DG MARE della Commissione Europea, si profila come una grande opportunità di sensibilizzazione.

Focus dell’iniziativa

I temi trattati sono stati diversi. Partiamo dall’inquinamento ambientale, salvaguardia della biodiversità e della pulizia del mare. Fino ad arrivare alla ricerca, turismo e pesca sostenibile, necessità di educazione culturale e di sensibilizzazione.

“Lo sport è l’istituzione che insegna il rispetto delle regole. Abbiamo l’obbligo di trasmettere dei segnali ben precisi sul rispetto dell’ambiente e sulla necessità della raccolta differenziata. Spero che anche altre associazioni possano promuovere altre attività”, ha dichiarato Sergio Parisi, assessore allo Sport e alle Politiche comunitarie del Comune di Catania.

Il progetto “Il mare che vogliamo” è un’idea dell’associazione Marecamp, illustrata dalla dottoressa Clara Monaco, responsabile scientifico del progetto Dolphin watching and conservation in the Gulf of Catania. Tanti sono stati i giovani studenti coinvolti attivamente in questa iniziativa.
“Abbiamo affrontato il tema della pulizia del mare, così come i suoi indicatori, tra i quali la salute delle specie marine. Attraverso l’osservazione di cetacei e tartarughe nello Ionio, abbiamo avuto modo di notare come venissero avvistate più plastiche che pesci. Occorre far comprendere che la salute del mare corrisponde alla nostra salute, motivo per il quale occorre migliorarla”, ha spiegato.

Il mare che vogliamo è “pulito, biodiverso, protetto”

Ed è necessario che sia così “affinché se ne tragga il maggior beneficio”, come affermato dal tenente Giulia Tassone, capo ufficio relazione esterne Direzione Marittima di Catania

Dopo gli incontri di formazione e sensibilizzazione negli istituti “Giovanni Verga” di Vizzini, “Convitto Cutelli” di Catania e “Luigi Castiglione” di Bronte, i ragazzi hanno realizzato delle opere ecologico-artistiche a tema marino. Per la loro realizzazione sono stati utilizzati materiali di riciclo. Il concorso ha visto la premiazione della classe I E dell’istituto “Luigi Castiglione”. Il progetto esposto era “In un tunnel di plastica”, presentato dalla piccola Jennifer Papotto (in foto). Gli alunni avranno anche l’opportunità di salire su un’imbarcazione e girare le coste del Golfo di Catania.

Un progetto degno di nota, che ha dato modo di “far comprendere la correlazione tra l’uomo e il mare, che rappresenta il 70% del nostro pianeta, nonché la necessità del supporto della natura allo sviluppo umano”, come spiegato dalla professoressa dell’istituto “Giovanni Verga”, Antonella Giuliano.

Domani, per la ricorrenza nazionale della “Giornata del Mare“, diversi studenti catanesi si occuperanno della raccolta della plastica dalle spiagge. I primi tre partecipanti che avranno raccolto più rifiuti riceveranno un premio. Ma, la dottoressa Monaco tiene a precisare di star già lavorando per l’organizzazione di una seconda “Giornata del Mare”, promossa sempre dall’associazione Marecamp.

Giovanni Pagano, coordinatore della macroarea Sud e Isole della direzione politiche sociali di Coop Alleanza 3.0, ha spiegato come la campagna di sensibilizzazione sia indispensabile. Serve “un atto di corresponsabilità del cittadino, senza il quale anche i migliori strumenti di raccolta non sarebbero sufficienti”.

Un messaggio di speranza

Nonostante l’emergenza dell’inquinamento ambientale, la dottoressa Monaco ha voluto concludere la presentazione con un messaggio di speranza: “Il mare può ancora essere salvato con il giusto impegno”. A suffragare questa tesi, le riprese video di un gruppo di esemplari di delfino comune che ha avvistato durante un’uscita in barca. Un evento che non si verificava da 10 anni e che l’ha fatta esultare di gioia.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker