fbpx
PoliticaPrimo PianoRegionali 2017

Giarrusso: Non sorprenda se un candidato rettore è massone

Frecciatina del senatore pentastellato al rettore di Palermo

“La presidente della Commissione parlamentare antimafia Rosy Bindi non ci fa accedere all’elenco dei massoni siciliani e calabresi. Perché? Ci viene detto che la lista non è pronta, forse, perché creerebbe imbarazzo la notizia che qualche candidato alla Regione, magari il rettore di Palermo, in privato indossi il grembiulino”.

È una sciabolata più che una punzecchiatura quella del senatore pentastellato Mario Michele Giarrusso. Chiacchiera con i giornalisti nella sede catanese dell’Ars, prima della conferenza con cui il M5S annuncerà un esposto sul progetto della circonvallazione a Tremestieri Etneo. Sa di pronunciare parole forti – come è solito fare – e invita i presenti a prendere nota: “Scrivetelo pure”.

A chi si riferisca Giarrusso è abbastanza chiaro. “Stanno cercando di tenere nel cassetto quell’elenco di cui conosceremo i nomi probabilmente solo alla prossima legislatura”.
Mossa elettorale o sospetti fondati? A meno di una settimana dal voto regionale, il clima è bollente e gli occhi di tutta Italia sono puntati verso il basso.
Tutti a Palermo.

Mostra di più

Serena Di Stefano

Versatile, volubile e più frizzante della Citrosodina, se fossi un sapore sarei di certo il sale: piacevole solo se a piccole dosi. Orientamento religioso-ideologico-politico-culturale: Pier Paolo Pasolini. Laureata in Lettere Moderne e specializzata in Editoria e Scrittura, ho fatto due scelte che mi ero detta “non avrei mai compiuto”: tornare a Catania e fare giornalismo. A occhio e croce, il mio vocabolario fatica a legittimare le parole “mai” e “sempre”, per tutto il resto però c’è il “Sinonimi e contrari” sul comodino. Promemoria per la scrittura: scrivere soltanto notizie vere, utili e imparziali. Promemoria per la vita: sorridere e ringraziare.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button