fbpx
CronacheNeraNews

Giarre, tenta di uccidere la convivente. Salvata dal 112

Giarre –  Ancora una storia di violenza in famiglia. Una donna salvata dalla sua chiamata al 112 e grazie al lavoro dell’Arma. “Aiuto, mi sta uccidendo, mi vuole ammazzare”, queste poche parole hanno messo in allarme il Comando Provinciale di Catania. La donna, con accento straniero, era riuscita a dare solo alcuni dettagli sull’indirizzo dell’abitazione, dando come unico riferimento una caffetteria nella zona tra Giarre e Riposto.

Il personale della centrale operativa è riuscito a rintracciare l’intestatario dell’utenza mobile chiamante ed il relativo domicilio, Giarre, Via Giammona, riuscendo così a scongiurare il peggio. La donna, infatti, era riuscita a barricarsi all’interno di una stanza e ha richiamato le attenzioni grazie alle sue urla. Il convivente, un nigeriano di 30 anni, bloccato ed arrestato, è stato rinchiuso nel carcere di Catania Piazza Lanza con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

.La donna, nigeriana di 36 anni, è stata ricoverata con il volto insanguinato per le percosse subite,  all’Ospedale di Giarre dove le sono state refertate “escoriazioni e politraumi”.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker