EventiSport

Giarre, “Olimpiadi Storiche – giochi atletici ispirati al mondo antico” – prima edizione

Dal 25 al 27 maggio, organizzazione a cura dell'I.I.S. "Michele Amari"

Quello che sta per arrivare, a Giarre, sarà un fine settimana caratterizzato da sport, partecipazione e storia.
Tra venerdì 25, sabato 26 e domenica 27, nella città delle “sette torri” si svolgerà la prima edizione delle “Olimpiadi Storiche – giochi atletici ispirati al mondo antico”. Saranno tre giorni di cultura e attenzione per lo sport.

A ispirare la manifestazione è stata la ricorrenza del 132° anniversario della fondazione dell’I.I.S. “Michele Amari” di Giarre che, nella giornata di venerdì 25 maggio, ospiterà alle ore 9:30 nella propria aula magna un convegno dal titolo “Vivere i valori dello sport”, utile a riflettere e confrontarsi sui principi e sugli insegnamenti sociali delle varie discipline ludico – sportive.

Lo Stadio comunale, sabato 26 maggio a partire dalle ore 9:00, farà da teatro alla giornata di gare.
Gli atleti, studenti provenienti da molte scuole superiori della provincia catanese, siracusana e ragusana, saranno chiamati a giocarsi le medaglie in differenti competizioni. Come accade per ogni Olimpiade che si rispetti, il programma sarà aperto da una Cerimonia durante la quale verrà simbolicamente accesa la fiamma olimpica proprio per sottolineare una linea di continuità con le tradizioni connesse alla Grecia.

Domenica 27 maggio ci si sposterà al Palagiarre dove, a partire dalle ore 9:00 e, dopo una serie di dimostrazioni di lotta greco romana, ginnastica artistica e ritmica, si procederà con le premiazioni e con la cerimonia di chiusura prevista per le ore 12:00.

Tanto l’entusiasmo tra i ragazzi, che saranno protagonisti della prestigiosa manifestazione, e pure tra i professori che si sono occupati dell’organizzazione dell’evento. Particolarmente soddisfatto si è mostrato stamattina durante la conferenza stampa di presentazione delle attività il Prof. Giovanni Lutri, Dirigente Scolastico dell’Istituto “Amari” secondo cui, anche e soprattutto attraverso lo sport, sarebbe prioritario “ricollocare l’uomo al centro degli interessi dei giovani per poter costruire insieme un futuro segnato da tolleranza, democrazia e rispetto”.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.