fbpx
Cronache

Giannone, lettera aperta ai medici chiamati alle urne

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta del Dott. Giannone rivolta ai medici chiamati alle urne per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine dei Medici.

Mi augurerei che chi governerà e amministrerà l’OMCeO della provincia di Catania fosse scelto unicamente dagli elettori medici. A qualche giorno dall’apertura delle urne desidero metterti a parte della prima azione di governo che solleciterò qualora dovesse affermarsi la lista: GIANNONE PRESIDENTE. Per questione di mera facilità espositiva proverò a sintetizzarla nei successivi 10 punti:

1. RELAZIONE DI TRASPARENZA tramite una revisione contabile esterna di tutti gli atti amministrativi della gestione precedente, in particolare tutto ciò relativo all’acquisto della nuova Sede e sul tema legato alla Fondazione regionale e provinciale. Un approfondimento inequivocabile, ancorché di natura tecnica, finalizzato alla cooperazione del singolo iscritto all’azione amministrativa e alla tutela delle singole posizioni ritenute eventualmente lese.

2. Vigilare anche con azioni mirate di trasparenza sull’ENPAM, con il solo ed esclusivo scopo di tutelare gli interessi previdenziali e assistenziali di tutti i medici.

3. Vigilare sui contenziosi penali e civili promossi contro i medici in maniera pretestuosa, anche attivandosi pubblicamente.

4. Riportare in primo piano i valori e il rispetto della figura del medico all’interno dei sistemi sanitari pubblici.

5. Contribuire a una formazione pre- e postlaurea rigorosa, moderna ed attenta alle esigenze della società in continuo cambiamento.

6. Continuare a promuovere la FAD (formazione a distanza), quale agile alternativa per acquisizione gratuita dei crediti ECM previsti obbligatori dalla legge. Confermare l’importanza della comunicazione partendo dal suo significato etimologico (“mettere in comune”) perché solo così è possibile promuovere la bi-direzionalità e la circolarità dei flussi informativi. Confermare l’abolizione della tassa per il rilascio del parere di congruità dei compensi richiesti dai medici. Confermare il servizio di PEC (servizio di posta elettronica certificata) a titolo gratuito.

7. Valorizzare sempre e comunque i Colleghi più giovani e senza discriminazione di genere, aiutandoli e supportandoli concretamente sia nel loro processo di formazione che nell’ingresso nel mondo del lavoro e della professione, lottando contro ogni forma di precarietà.

8. Favorire l’espressione professionale etica e libera di tutti i medici allontanandola il più possibile da qualsiasi consociativismo di carattere politico.

9. Recuperare il ruolo sociale dei medici, promuovendone la centralità istituzionale e adeguandolo alle moderne istanze espresse dai cittadini, recuperando la fisiologia del rapporto medico/paziente verso la c.d. “alleanza terapeutica”.

10. LAST BUT NOT LEAST: avanzeremo al Ministro della Salute una proposta di legge per la depenalizzazione della colpa professionale del medico chirurgo e dell’Odontoiatra elaborata da cultori della disciplina medico legale e con l’ausilio di docenti universitari della facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Catania e Padova.

Concludo ricordando che dal 31 ottobre al 3 di novembre p. v. si vota per il rinnovo del Consiglio Direttivo e dei Revisori dei Conti all’OMCeO della provincia di Catania ove, mi auspico in un clima sereno, prevalga la forza delle idee per il futuro della professione medica. Non esiste una scelta sbagliata o giusta, o quella più conveniente, le idee buone vanno condivise e realizzate, si svolta con il voto ragionato, consapevole e con un po’ di cuore. Ti chiedo un voto per un Ordine migliore: legalità, cultura, competenza, meritocrazia, viceversa contrario al nepotismo, alla mediocrità e all’arroganza. In questo delicato momento la tua presenza è importante! Nei prossimi giorni con l’Istituto del voto ci sarà data la possibilità di restituire all’Ordine la sua naturale funzione, ma soprattutto sarà possibile trovare l’unità (amica dell’intelligenza), armonia e serenità: non fare mancare la tua partecipazione, SCRIVI NELL’APPOSITO SPAZIO GIANNONE PRESIDENTE.

E.F.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button