fbpx
CronachePrimo Piano

Gianfranco Pappalardo Fiumara chiarisce sul Teatro Massimo Bellini

Sull'ipotetica nomina contestata dai sindacati, il Sovrintendente replica

Gianfranco Pappalardo Fiumara mette i puntini sulle “i”. La lettera aperta diramata dai sindacati e rivolta al Presidente Nello Musumeci sulla nomina del sovrintendente del Teatro Massimo Bellini, non riporta per inciso i nomi di Giuseppe Di Pasquale e di Gianfranco Pappalardo Fiumara. Ma i riferimenti si palesano nel riferimento all’articolo pubblicato da Live Sicilia e dal dito puntato contro chi ha avuto in mano la soprintendenza di teatri.

Il Maestro Gianfranco Pappalardo Fiumara chiarisce la propria posizione in ordine alla Soprintendenza del Teatro Massimo Bellini.

“Non ho mai chiesto di voler fare il sovrintendente del Teatro Massimo Bellini di Catania per quanto avrei le carte in regola per poterlo fare. Difatti sono già il sovrintendente della stagione operistica di un teatro di tradizione che ha i bilanci in attivo. È da un anno che ho preso in mano questo incarico ed i bilanci presentati sono inattaccabili”. Il riferimento è al Teatro di Viterbo e al Mythos di cui ben note sono le programmazioni portate in scena. Oltre a queste, anche la grande capacità di coinvolgere celebri musicisti, direttori d’orchestra di spessore e grande livello nel panorama artistico internazionale.

“Tra l’altro – precisa il sovrintendente – sono anche consulente del 65 esimo Festival Pucciniano e consulente per la stesura del comitato per le celebrazioni pucciniane, sono un catanese che onora Puccini nel mondo . A nominarmi è stato un cda scevro dalla politica. Sono molto amareggiato perché, pur non leggendo il mio nome sul comunicato, a quanto pare, qualcuno ha inteso metterlo in risalto. Io non ho mai gestito milioni di euro e non ho avuto incarichi in Sicilia. E non ne cerco”, ribadisce.

“Sono stato amministratore pubblico assessore apprezzato della mia città, Riposto. Ed oggi ricopro i ruoli di dirigenza in Italia senza dover dire grazie a nessuno con risultati concreti”.

I riconoscimenti e i prestigiosi apprezzamenti riportati dai principali organi di stampa al Maestro Gianfranco Pappalardo Fiumara, infatti, avrebbero dovuto suggestionare i sindacati a esprimere certe considerazioni. E infatti, forse per tale ragione, si è deciso di lasciarle debitamente sottaciute. Cancellando il nome del Maestro.

 

Tags
Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker