fbpx
CronacheInchiesteNewsNews in evidenzaPolitica

Gettonopoli ad Acireale, tutti i numeri dei consiglieri comunali

Dopo il caso Agrigento e Aci Castello, adesso l’attenzione si sta concentrando su tutti i comuni siciliani. La pratica delle innumerevoli riunioni di commissione è utilizzata danni, non è una novità dei giorni nostri. Ma ecco quanto prendono di emolumenti i consiglieri comunali di Acireale e che nel secondo semestre del 2014 hanno lavorato davvero tanto. Il costo complessivo è di 224.247,37 € per un numero di 3240 gettoni di presenza fra sedute di consiglio (891) e di commissioni (2349).

CLICCA PER INGRANDIRE
CLICCA PER INGRANDIRE

In media ogni consigliere è ha percepito 111,7 gettoni fra sedute di consiglio (30,7) e di commissioni (81). Numeri molto alti se paragonati al fatto che se si tolgono i week end ci sono poco più di 130 giorni. Praticamente quasi ogni giorno i consiglieri percepiscono un gettone arrivando ad un compenso medio di 7.126 € lordi. Tutto regolare, o quasi, perché con la delibera 103 del 25 settembre 2014 la giunta Barbagallo prevedeva un massimo di 4 sedute settimanali retribuite di commissione con un risparmio valutato in 100mila euro, numeri che vennero sbandierati in conferenza stampa. Numeri che sono stati disattesi fino ad oggi.

Secondo l’osservatorio del Partito Democratico “proiettando questo dato su base annuale il costo del Consiglio comunale per il nostro ente è di circa 450.000 €. A questo importo va inoltre aggiunto quello del rimborso a favore delle aziende (nel caso di consiglieri dipendenti di aziende private) che ad oggi non è noto, quello del Presidente del Consiglio comunale e infine i costi legati all’impiego del personale comunale per la verbalizzazione delle sedute di commissione”.

Non è dunque noto l’effettivo costo del Consiglio e ciò rende impossibile un giudizio sulla sua accettabilità. Inoltre, la mancata pubblicazione sul sito comunale dei verbali di commissione non permette un monitoraggio pubblico sull’efficacia degli atti amministrativi prodotti. Ciò rischia di provocare un ulteriore scollamento tra cittadini e istituzioni come è successo di recente ad Agrigento, che va invece contrastato attraverso maggiore trasparenza, informazione e pubblicità del lavoro svolto nelle commissioni. Condizioni oggi facilmente conseguibili attraverso l’uso degli strumenti tecnologici di comunicazione.

L’importo del singolo gettone è di 63,79 €, mentre il minimo previsto dalla Legge è 50,42 €. L’adeguamento al valore minimo di legge per il gettone di presenza dei consiglieri avrebbe permesso secondo l’osservatorio del Partito Democratico un risparmio per questi 6 mesi di 46.992 € e di quasi 100.000 € su base annuale. 

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker