fbpx
NewsNews in evidenzaPolitica

Gettonopoli Acireale e le “verginelle” della politica acese. Da Forza Italia al PD

IL NOSTRO SPECIALE La denuncia dell’on. Angela Foti / Ne parla il TG5 / Ecco quanto guadagnano i consiglieri di Acireale / Il Giornalaio e i verbali / La battaglia all’ARS / Le reazioni

 

Tutti sapevano dei verbali e delle commissioni inutili. Tutti sapevano, maggioranza e opposizione. Tutti i componenti della commissione leggevano e approvavano i verbali della vergogna e poi prendevano pure il gettone. Nessuno di loro però ha mai alzato la mano per dire che forse la situazione era davvero troppo grottesca. Tutti, da Cambiamo Acireale a Forza Italia passando per il PD, sapevano e non hanno mai parlato.

Domani ci sarà la conferenza stampa indetta dal Presidente del Consiglio Rosario Raneri che in questi giorni ha sottolineato come le commissioni siano tutte legittimate dalla legge. Ha anche detto riferendosi al Movimento 5 Stelle che scoperto il caso:

Si tratta di rilievi e di valutazioni di un gruppo politico che non ha alcun rappresentante eletto nel civico consesso, ma che purtroppo con il servizio andato in onda in un tg nazionale hanno messo alla berlina tutto il consiglio comunale e contestualmente tutta la città di Acireale.

 

Il finto sdegno di Forza Italia con la nota del coordinatore locale che però dimentica che due consiglieri eletti nel partito che rappresenta sono componenti delle commissioni “allegre” di tacchini e carnevale. In particolare Valentina Pulvirenti, nella VIII commissione in sostituzione di Camilla Grasso quando andò a ballare con gli anziani dell’Ipab Oasi Cristo Re. Senza dimenticare Antonio Pio Castro che nella V commissione ha dato il meglio di se con sopralluoghi nei presepi acesi e Stefano Pennisi della VI commissione che andò insieme ai suoi colleghi ad ammirare tacchini e pavoni.

Anche il Partito Democratico con il suo unico rappresentante non ha mai alzato la voce, non ha mai fatto emergere questo malcostume. Il suo rappresentante Antonello D’Agostino che è pure vice presidente del consiglio, seppur poco presente, c’era quando si trattava di passeggiare lungo il percorso del carnevale estivo e c’era anche quando insieme ai colleghi ammirava tacchini e la ormai celebre ruota del pavone. Un partito bipolare quello acese che fuori sostiene battaglie sui costi della politica e poi dopo non sembra comportarsi di conseguenza all’interno delle istituzioni.

 

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button