fbpx
GiudiziariaPrimo Piano

Gettonopoli Aci Catena, scomodo costituirsi parte civile?

Gli impuntati sono presidente, vice presidente e consiglieri dell'attuale Consiglio

Citato come parte lesa il Comune di Aci Catena non si è presentato alla prima udienza del processo a nove consiglieri del Comune di Aci Catena indagati, a vario titolo, per falso in atto pubblico e truffa allo Stato nell’ambito di un’inchiesta su una presunta “gettonopoli”.

Domani, 9 marzo, ci sarà una nuova udienza e in quest’occasione saranno riuniti i procedimenti che avevano avuto ad oggetto da una parte, lo stralcio delle posizioni di Giuseppe Aleo e Salvatore Leonardi per difetto nelle notifiche, e dall’altra, l’avvio del procedimento per gli altri cinque imputati: Luigi Citraro, Gianluca Grancagnolo, Venerando Sapuppo, Giuseppe Sorbello e Giuseppe Urso. Domani si deciderà sulla legittimità della richiesta di costituzione di parte civile dell’associazione di consumatori Codacons. Grande assente, appunto, il comune di Aci Catena.

L’inchiesta prende le mosse da un esposto del senatore Mario Michele Giarrusso del M5s da cui sarebbe emerso che alcuni consiglieri comunali erano contemporaneamente presenti in due commissioni, da qui l’alterazione dei verbali, da cui deriverebbe il reato di falsità materiale. A conforto delle accuse i riscontri sugli hard disk dei computer dei consiglieri comunali sequestrati.

Ente comunale nelle ambasce che a quanto pare preferisce evitare la costituzione di parte civile, pur essendo parte lesa, perchè gli imputati risultano ad oggi, se non in carica al consiglio, addirittura presidente e vice presidente del Consiglio, qual è il caso di Nando Sapuppo e Giuseppe Aleo. Dolori per questa amministrazione che si è sempre dichiarata dalla parte della legalità e che in questo fragente forse farà un passo indietro. Domani sarà sciolto il nodo.

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button