fbpx
CronachePrimo Piano

Gesù Bambino rinasce in un presepe di Acireale

L’antica tradizione medievale di riproporre la natività di Gesù bambino si rinnova nello spirito di chi ha fede attraverso il presepe. Quello realizzato dal signor Rosario Sciuto riaccende la speranza ad Acireale.

La magia del Natale si rinnova ad Acireale

Spopola sul web il video pubblicato dal nipote, Paolo Scandura. Inizialmente sembrano le riprese intorno al Duomo di Acireale, e invece si tratta dell’opera realizzata dallo zio dove il bambinello stanotte troverà la sua collocazione.

È la cura dei dettagli a trarre in inganno l’osservatore perché meticolosa è stata la realizzazione di ogni singolo particolare che compone questo singolare presepe.
D’altra parte, sono stati impiegati quattro anni per il suo completamento.

Procediamo da via Calì con la sua pendenza. È illuminata dalle luci dei lampioni che prendono vita su delle matite e il cui impianto elettrico è stato realizzato con i componenti dei cellulari in disuso dei figli del signor Sciuto. Ad angolo, due personaggi chiacchierano, probabilmente si scambiano gli auguri, mentre un terzo si dirige verso una delle due messe che si stanno celebrando.

La prima è nella Cattedrale di SS Maria Annunziata di cui si possono ammirare gli interni.

La pellicola delle foto scattate ripropongono fedelmente gli affreschi della Cattedrale di Acireale mentre i lampadari sono realizzati con delle perline per collane.

 

Attraversando la piazza, il chiosco in attività.

Un nonno e la sua nipotina con un palloncino rosso sono seduti su una panchina. L’orologio segna un quarto d’ora alla mezzanotte.

Altri personaggi popolano la piazza dov’è collocata la natività.

L’altra messa viene invece celebrata nella Basilica dei Santi Apostoli Pietro e Paolo.

Inizialmente la rappresentazione era composta da un singolo blocco, poi esteso ed ampliato fino a raggiungere l’apice della meraviglia che oggi possiamo ammirare all’ex Collegio Santonoceto, in Corso Umberto, 188.

Realizzato con materiali di riciclo, la riproduzione non è in scala ma si basa sulle linee delle proporzioni. Il signor Rosario Sciuto è orgoglioso del suo presepe perché quando riuscirà a rientrare nel circuito turistico cittadino a pagamento, i proventi andranno in beneficenza.

 

 

 

Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button