fbpx
PoliticaPrimo Piano

Gentiloni arriva a Catania e la circonvallazione si blocca

Circonvallazione di Catania bloccata dalle 17,00 di ieri. Finanza, Carabinieri, polizia municipale e tutte le altre forze dell’ordine dispiegate lungo la strada.

A cittadini poco attenti poteva sembrare una maxi retata contro qualche boss latitante pronto per essere acciuffato. Invece, era solo il premier Gentiloni.

Il premier ha infatti raggiunto il cantiere della metropolitana di Monte Po per l’abbattimento dell’ultimo diaframma del tunnel che collegherà la metro a Misterbianco.

File chilometriche e autisti confusi hanno fatto da contorno a questa cerimonia, come se la circonvallazione non fosse abbastanza caotica.

“Questo è il momento per investire nel Mezzogiorno, é il momento in cui ci sono le condizioni migliori possibili per approfittare di opportunità economiche che possono rendere il nostro Mezzogiorno, la nostra Sicilia e la città metropolitana di Catania, competitive e forti puntando sui propri asset”. ha dichiarato il presidente del Consiglio – “Il fiorire di progetti che questa città mette in campo – ha aggiunto – deve dare anche un messaggio al Paese. Io rivendico il fatto che questo governo non si sia limitato ad istituire un ministero del Mezzogiorno, ed era importante farlo.
Questo esecutivo ha cercato di creare le migliori condizioni da tanti punti di vista per investire nel nostro Mezzogiorno”.

Ed il premier ha detto anche che vede “una luce in fondo al tunnel”. Se parlava di quella metaforica per lavoro, economia e risalita forse non ha fatto visita all’intera città, persino in centro, dove Corso Sicilia è in pieno degrado e via Umberto vede sempre più saracinesche chiuse.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button