fbpx
Cronache

Furgone illegale spacciato per ambulanza: coinvolto indagato di “ambulanza della morte”

Usavano un furgone per trasportare i malati in ospedale, spacciandolo per ambulanza. Scatta la denuncia per tre uomini: un 45enne di Biancavilla, un 43 enne di Adrano e un 28 enne, anch’esso di Adrano. Una pattuglia, nota uno dei tre uomini, indagato per l’inchiesta “ambulanza della morte” che sostava davanti all’ospedale Santissimo Salvatore di Paternò, intento ad aspettare un anziano, proveniente dal presidio ospedaliero, che doveva essere portato a casa.

Dalle indagini emerge che i tre non solo non possedevano alcuna abilitazione sanitaria per il trasporto dei pazienti, ma che, inoltre, il furgone che usavano era intestato ad un titolare di un’agenzia funebre di Adrano. Il furgone, un Fiat Ducato, però, era perfettamente camuffato in stile ambulanza. Recava, infatti, la scritta “servizio ambulanza – unità mobile di soccorso”. Ma all’interno risultava del tutto sprovvisto dei supporti sanitari previsti.

G.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button