fbpx
NewsPolitica

“Fuori la mafia dal Comune”, corteo in via Etnea

E’ iniziato il corteo “Fuori la mafia dal Comune”, indetto dal Comitato No Pua e da Catania Bene Comune. Al corteo partecipano I siciliani giovani, il movimento 5 stelle e Arci.

“Nei quartieri della Catania Bene,  – dichiarano – nelle ville di San Gregorio e di Sant’Agata Li Battiati, della scogliera, negli attici dei corsi di Catania, la mafia si vince invece col coraggio. Il coraggio di mettersi contro la Catania che conta e possiede il potere. Il coraggio di denunciare le speculazioni edilizie, le operazioni imprenditoriali scellerate, gli intrecci con la politica e la pubblica amministrazione. Il coraggio di scoperchiare e portare alla luce il cerchio magico che governa Catania: è lì che girano i soldi, è lì che si riciclano i milioni di euro. Milioni accumulanti anche a pezzi da 10 o 50 euro, nelle piazze di San Cristoforo, San Giovanni Galermo o Librino, frutto della stecchetta di erba o di fumo, della pallina di coca, della pistola con la matricola abrasa venduta all’amico di quell’amico.

Milioni passati dalle mani di ragazzi che hanno abbandonato la scuola ma che si sentono più furbi, più “sperti” degli altri. Ma in realtà sono loro a farsi la galera, a vivere nel ghetto, nell’immondizia e nella fogna. Chi li comanda, senza muovere un dito, accumula milioni di euro, frequenta i migliori ristoranti e, chissà, va a cena pure con chi chiede legalità contro gli abusivi, contro le scritte sui muri, contro le macchine in doppia fila. Con chi si gloria nei convegni antimafia.

Questa amministrazione – continuano .  è ormai compromessa e non può più governare questa città. Per dire che questo Consiglio Comunale non è più titolato a prendere alcuna decisione dopo la relazione della Commissione Antimafia. Come si può lasciare che un Consiglio Comunale con pesanti indizi di infiltrazione mafiosa rediga il nuovo appalto per i rifiuti, il piano economico trentennale, gli affidamenti a privati, le varianti urbanistiche?

Siamo in piazza per chiedere lo scioglimento per mafia del Comune di Catania e delle Municipalità, forti di ciò che afferma la Direzione Antimafia; “lo strumento dello scioglimento delle Amministrazioni Comunali, strumento prevalentemente di natura amministrativa costituisce quindi un mezzo assai più agile della repressione penale, stante l’apparente liceità di molte delle condotte che le associazioni criminali possono mettere in atto per raggiungere i loro fini”.”

[youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=PQCp4oONp_Y&feature=youtu.be” width=”500″ height=”300″]

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button