fbpx
CronachePrimo Piano

“Fiutina” con finto rapimento: denunciata una 16enne

Ha finto di essere stata rapita da tre uomini per nascondere ai genitori di aver passato la notte dal fidanzato. È l’accusa che pende su una 16enne di Castel di Judica.

La storia è la più vecchia del mondo. La ragazzina aveva deciso di disubbidire alle ferree regole dei genitori che gli imponevano  il rientro in casa entro un certo orario. Ma per amore di stare con il fidanzato, ha raccontato a mamma e papà che avrebbe dormito a casa di un’amica. A sostegno di quanto detto, la giovane ha persino inviato loro una foto dell’abitazione della sua compagna del cuore.

I genitori, però, non del tutto convinti si sono recati dall’amichetta.  Quest’ultima, cadendo dalle nuvole, li induceva  per lo spavento provato, era mezzanotte e mezza, ad avvisare i carabinieri chiedendo il loro aiuto. La ragazza frattanto, forse avvisata da qualcuno di ciò che stava accadendo, è rientrata poco dopo. Per giustificare quanto accaduto ha pensato bene di riferendo ai militari di essere stata rapita da tre uomini i quali, a forza, l’avevano caricata su una macchina.

Gli agenti però non hanno creduto molto alle dichiarazioni della ragazza. Dopo qualche domande in più e l’intenzione di visionare le telecamere di videosorveglianza, la 16enne ha confessato.

Inutile dire, perché facilmente intuibile, cosa sia successo dopo alla presenza degli allibiti genitori che assistevano la figlia alle domande dei carabinieri che, dal canto loro, hanno speso più d’una parola con la ragazza nel tentativo di farle comprendere la gravità delle sue dichiarazioni.

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano
Back to top button