fbpx
Politica

Fratelli d’Italia anche ad Aci Castello

Tre consiglieri comunali passano a Fratelli d'Italia e creano il nuovo gruppo consiliare

Una rivoluzione tocca il consiglio comunale di Aci Castello dove avviene il passaggio a Fratelli d’Italia-An di ben tre consiglieri comunali, si tratta di Marco Calì, Orazio Sciacca e Francesco Scuderi.

Si forma in capo al consiglio il gruppo di FdI-An con capogruppo Francesco Scuderi; si rafforza invece l’opposizione a scapito di una maggioranza risicata per il primo cittadino.

Francesco Scuderi, 42 anni, tre legislature alle spalle e prossimo ispettore di polizia afferma «Fratelli d’Italia ad Aci Castello vuole smascherare la finta maggioranza di centrodestra del sindaco Filippo Drago. Un’accozzaglia di Pd e Alternativa Popolare di cui fanno parte vicesindaco, presidente del consiglio ed assessori. In questa chiave la mia unica posizione non può che essere di opposizione, invitiamo gli amici del centrodestra ad abbandonare questa amministrazione farlocca per incamminarsi verso le amministrative del 2019 ridando dignità al centro destra castellese.»

Orazio Sciacca, 53 anni e responsabile di una comunità alloggio, oggi alla 4 legislatura spiega le sue motivazioni «Sono convinto che serve cambiare la classe politica non per ragioni anagrafiche ma perché servono persone laboriose e con senso civico che vadano al Comune, alla Regione, al Governo. Occorre mandare a casa chi ha fallito. Nel gruppo dirigente di Fratelli d’Italia – An ho trovato persone con tanta voglia di lavorare e un alto senso di responsabilità. Tutte qualità che rispecchiano la mia persona».

«Il cambiamento dei piani viari, la creazione di un parcheggio scambiatore a Cannizzaro, l’unione permanente del lungomare tra Acicastello ed Acitrezza, l’istituzione di zone ZTL, l’ampliamento dell’orario di apertura dei locali, la liberalizzazione per le attività di somministrazione, la pista ciclabile, il solarium, l’illuminazione del castello e dei faraglioni sono le priorità che ho sempre avuto e che credo di poter meglio perseguire dalle file di Fratelli d’Italia – afferma Marco Calì, 31enne imprenditore turistico, al consiglio comunale da dal 2014 – Fratelli d’Italia oggi rappresenta quel contenitore di centrodestra che con idee chiare disegna un modello d’Italia più sicuro e vivibile nel rispetto di regole certe.»

Manlio Messina coordinatore provinciale di FdI commenta soddisfatto l’ingresso dei tre consiglieri comunali castellesi in FdI «Ogni giorno stiamo crescendo in maniera esponenziale, ricevendo adesioni importanti, ci tengo però a precisare che su Fratelli d’Italia non convergono gli scarti degli altri partiti e gli ambiziosi che fiutando in noi il carro dei vincitori Stiamo raccogliendo il meglio che la politica e lo società civile hanno da offrire nel nostro territorio. Oggi è chiaro che chi desidera il meglio e vuole rimboccarsi le maniche per la Sicilia trova spazio in Fratelli d’Italia».

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button