fbpx
NewsPolitica

Forza Italia in Sicilia “gestita senza logica”. Arriva la resa dei conti – Quando Catanoso ringraziava

“Nella stessa giornata della sconfitta di Forza Italia alle elezioni regionali, il coordinatore del partito in Sicilia ha deciso di nominare, senza che ciò sia previsto dallo Statuto e senza minimamente consultare la base, i coordinatori del partito a Palermo e provincia, con la benedizione di Gianfranco Micciche’, “padre nobile del partito” e che nel suo curriculum può vantare, tra le altre cose, anche di essere stato colui che ha consegnato la Sicilia a Crocetta”. E’ quanto si legge in una nota a firma di due deputati regionali Fi all’Ars, Toto Cordaro e Roberto Clemente e del consigliere comunale di Palermo, Felice Bruscia ma anche di decine di amministratori locali di Forza Italia.

“Il senatore Gibiino nei giorni scorsi aveva già provveduto a ufficializzare le nomine dei coordinatori del partito a Catania e a Trapani e si e’ portato avanti con il lavoro, dal momento che tutte le nomine erano state partorite nel chiuso di una stanza già settimane addietro, con gli amici del cerchietto magico siciliano- dicono – Abbiamo sempre creduto e continuiamo a credere in un partito inclusivo, aperto a tutte le persone perbene, alle competenze e all’entusiasmo di chi vuole contribuire alla rinascita della nuova Forza Italia e al rinnovamento della politica e della cosa pubblica”.

“Ci troviamo, invece e nostro malgrado, di fronte a una gestione del partito in Sicilia che continua ad assumere decisioni prive di qualsiasi confronto e senza alcuna partecipazione democratica. Al coordinatore regionale Gibiino chiediamo, pertanto, di azzerare tutte le nomine finora ufficializzate, per consentire ai tanti amministratori firmatari di questo documento e iscritti in Forza Italia di rimanervi e agli altri di iscriversi, con la piena convinzione di aderire ad un progetto, che non allontani ancora di piu’ gli elettori dalle urne e che coinvolga il territorio nelle scelte politiche”, concludono.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button