fbpx
CronacheNews in evidenza

Forum Beni comuni: incontro al comune per protocollo d’intesa

Catania –  L’Associazione per la Difesa dell’Ambiente e della Salute A.D.A.S. onlus comunica che venerdì 17 giugno 2016 alle ore 18.00 si svolgerà a Palazzo degli Elefanti un incontro tra il neo costituito Forum per i Beni comuni e l’Economia solidale e il Comune etneo per la sottoscrizione di un protocollo d’intesa che prevede la concessione al Forum dell’uso gratuito di un immobile nel cuore di Catania e con cui l’Amministrazione comunale assume l’impegno di sostenerne e promuoverne le iniziative, nell’ottica di un Distretto di Economia Solidale.

L’auspicio è che possano essere stipulati altri protocolli con Università, Scuole ed Enti. Ulteriore passo da compiere al più presto sarà quello di sviluppare sinergie con le realtà di Altra Economia già esistenti in Italia. Proprio venerdì sarà presente una delegazione del Tavolo dell’Economia Solidale Trentina, attivo nella Provincia Autonoma di Trento, che si è recentemente dotata di una normativa che regolamenta il settore.

I rappresentanti trentini potranno così conoscere la realtà del Forum catanese e viceversa, in un’ottica di collaborazione che mira ad un respiro europeo. Marisa Falcone, presidente A.D.A.S. Onlus e coordinatrice del Forum, ha dichiarato: “L’idea di creare un Distretto di Economia Solidale nasce sia dal mio vissuto per il quale ho dovuto rivedere totalmente il mio stile di vita per motivi di salute, sia dall’impegno profuso in A.D.A.S. onlus di cui sono presidente da sei anni, che si occupa di malattie ambientali e promuove la cultura del rispetto della salute, dell’ambiente e della solidarietà. Determinante è stato l’incontro con la dottoressa Elisabetta Vanin, consigliera comunale e persona dotata di grande sensibilità verso questi temi, che mi ha invitato a collaborare per realizzare il desiderio di dotare la nostra città di un Distretto che possa dare impulso all’economia locale e vivacizzare il nostro territorio. Il Sindaco di Catania, Enzo Bianco, ha apprezzato il progetto e firmerà il protocollo a nome del Comune”.

Base portante di questo progetto e del Forum costituitosi lo scorso 3 maggio, è l’economia solidale: essa mette al centro la persona, le relazioni di solidarietà, la salute e l’ambiente; è contraria allo sfruttamento lavorativo e alla violazione dei diritti ad esso collegati, mira ad una filiera ben controllata, incentiva l’economia a km zero, l’ecologia, l’agricoltura bio, lo sviluppo delle risorse locali ed è aperta alle sinergie con tutti gli operatori del settore.

Si tratta di una grande opportunità: inoltre, la possibilità di disporre di un luogo fisico in cui collocare materialmente e idealmente il volano di questa realtà darà a tutti i cittadini uno strumento di partecipazione e nuove risorse in una città metropolitana vivace quale è Catania.

Sono già stati individuati gruppi di lavoro per aree tematiche: agricolture e produzioni sostenibili, filiera corta, turismo responsabile e relazionale, commercio equo e solidale, finanza etica, tutela del consumatore, consulenze al cittadino e alle imprese, consumo consapevole, corretti stili di vita, benessere, bioedilizia, bioarchitettura, raccolta e riciclo rifiuti, riuso e artigianato creativo, modelli di sviluppo etico locale, buona occupazione, inclusione sociale, culture, creatività e laboratori artistico-espressivi.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button