fbpx
Cronache

Folle corsa in contromano: arrestati ladri di uva pregiata

Presi i “predoni” di uva pregiata. Scattano le manette per 4 catanesi: Luciano Carani, Antonino Carani, Antonino Strano e Francesco Cuvello, tutti responsabili di tentato furto aggravato in concorso. I 4 ladri, sono stati scovati dai Carabinieri, in stretta sinergia con gli agricoltori, nell’ambito di un programma di controllo e protezione del territorio, così da garantire una tempestiva risposta a eventuali richieste d’aiuto.

È un coltivatore, proprietario di un vigneto in Contrada Sciri Sotto, del comune di Licodia Eubea, che avverte subito i militari. L’uomo, giunto nel vigneto, effettivamente, nota la presenza di 4 individui, intenti a razziare il suo raccolto di uva: qualità “Vittoria”. I 4 uomini, accortisi della presenza del proprietario se la danno a gambe saltando a bordo di due vetture, una Opel Astra e una Fiat Stilo.

L’agricoltore, avvisando, quindi, la centrale operativa della Compagnia di Caltagirone, ha potuto così contare anche sull’apporto di un’altra pattuglia della Stazione di Granieri. Le 2 autovetture vengono localizzate sulla SS. 514 in direzione Catania.

Alla vista dei Carabinieri tentano il tutto per tutto

Nonostante l’Opel Astra fosse stata bloccata, il guidatore della Fiat Stilo, invece, non si dà per vinto. Infatti, incurante di sirene e lampeggianti attivati, tenta la fuga guidando in contromano, seppur la carreggiata fosse molto trafficata, anche, per la presenza di due TIR. Fortunatamente, la gazzella inseguitrice riesce a bloccare la Fiat e ad ammanettare gli altri due ladri. La perquisizione delle auto, inoltre, permette di trovare l’uva appena rubata, ma non solo. Rinvenuti, anche, arnesi da scasso, forbici per il taglio dei grappoli, numerose cassette in plastica e dei teli dove si adagiava l’uva trafugata.

In attesa del rito direttissimo Carani e Strano si trovano, tutt’ora, presso il carcere di Caltagirone, mentre Antonino Carani e Francesco Cuvello sono stati trattenuti in camera di sicurezza.

G.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker