fbpx
EconomiaNews

Fisco, rilevati 9000 errori in Sicilia

Se ricevete una lettera o una pec dall’Agenzia delle Entrate, non entrate nel panico. L’Ente, infatti, sta inviando in tutta Italia delle comunicazioni per  avvisare gli utenti che nella dichiarazione dei redditi presentate nel 2014 potrebbe esserci un’anomalia.

Solo in Sicilia, ne sono state inviate oltre 9mila. In particolare, ad Agrigento 819 , Caltanissetta 499, Catania 1.815, Enna 285, Messina 1.322, Palermo 2.196, Ragusa 635, Siracusa 825, Trapani 908.

La comunicazione conterrà quindi delle informazioni su alcuni redditi che, dai dati in possesso all’Agenzia delle Entrate, risultano non dichiarati, in tutto o in parte, nella dichiarazione modello Unico o 730 presentata nel 2014. .

L’utente potrà giustificare l’anomalia o presentare una dichiarazione integrativa e mettersi in regola beneficiando delle sanzioni ridotte previste dal ravvedimento operoso.

I contribuenti,scrive l’Agenzia delle Entrate, potranno rivolgersi a uno dei Centri di assistenza multicanale (Cam) al numero 848.800.444, da telefono fisso, e 06.96668907, da cellulare (costo secondo il piano tariffario dei loro gestori), dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17, selezionando l’opzione “servizi con l’operatore – Comunicazione Direzione centrale accertamento”.

Oppure è possibile rivolgersi alla Direzione provinciale di competenza per il proprio comune. Un’importante novità sul piano dell’assistenza e della semplificazione degli adempimenti sta nel fatto che nelle lettere i contribuenti troveranno tutte le indicazioni per correggere la dichiarazione direttamente online e in maniera assistita.

Infatti, nel loro cassetto fiscale troveranno i link “Scarica dichiarazione da integrare” e “Scarica il sofware di compilazione” tramite i quali recuperare la dichiarazione originaria presentata per il 2013 e integrarla, quindi, sulla base dei dati forniti nella comunicazione ricevuta.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button