CronacheNewsNews in evidenzaPolitica

Firmato da Crocetta appello pro Schengen

Appello in difesa di Schengen, uno degli avanzamenti più concreti dell’Unione europea, una zona di libera circolazione dove i controlli alle frontiere sono stati aboliti per tutti i viaggiatori, salvo circostanze eccezionali, di dieci leader delle Regioni europee dell’area del Mediterraneo, tra i quali il presidente della Sicilia, alla vigilia del vertice europeo.

Gli italiani, “seriamente preoccupati per il dibattito sul futuro”, firmatari del documento del Trattato, sono i governatori di Toscana, Umbria, Sicilia e Calabria, Enrico Rossi, Catiuscia Marini, Rosario Crocetta e Mario Oliverio, con i presidenti dei Consigli regionali di Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia, Simonetta Saliera e Franco Iacop. Insieme a loro i governatori del Nord Egeo, Grecia orientale, Creta e il ministro degli esteri della Catalogna.

Nell’appello si legge che pur riconoscendo le “circostanze eccezionali”, “riteniamo che una sospensione del sistema Schengen per due anni possa produrre contraccolpi di ampie dimensioni sulle economie regionali e locali proprio in un momento in cui molte esse stanno faticosamente emergendo da una lunga recessione, o in alcuni casi sono ancora alle prese con la crisi”.

I governatori temono che possa allargarsi a dismisura la discrezione degli stati membri nell’applicare o mantenere esenzioni al principio della libera circolazione anche quando il periodo di due anni sarà concluso.
Per non parlare poi dell’ipotesi di “espellere uno o più Paesi dall’area Schengen” che “potrebbe avere implicazioni rovinose sul progetto europeo in un’ottica di lungo periodo”.
La crisi dei migranti per i dieci leader va affrontata quindi solo puntando su una Europa decisamente più forte.

“Il principio della libera circolazione all’interno dell’Ue deve essere preservato e rafforzato”. “Qualsiasi tentativo di indebolirlo metterà seriamente a rischio la prosperità futura dei paesi, delle regioni e dei territori del nostro continente”, è così che si conclude l’appello.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.