fbpx
Cronache

La Fipet incontra l’amministrazione: “un passo avanti per il commercio”

Catania – Stamane la FIPET– CIDEC -Federazione Italiana Pubblici Esercizi e Turismo- rappresentata dal Pres. Roberto Tudisco ha partecipato ad un incontro con il primo cittadino Enzo Bianco presso l’Assessorato alle Attività produttive in merito alla rimodulazione dell’ordinanza sindacale n 33 del 9 marzo 2016 (che è stata nei mesi scorsi al centro di un vivo dibattito) cui hanno preso parte diversi esponenti dell’amministrazione e altre sigle sindacali.

“Oggi, dopo due mesi di intenso dialogo e confronto, siamo riusciti a compiere un notevole passo avanti per la tutela del commercio cittadino- spiega il Pres. Tudisco- infatti la FIPET è riuscita a mettere in evidenza la necessità di distinguere il trattamento di coloro che sono totalmente abusivi- quindi in assenza di qualunque titolo concessorio- e coloro che invece hanno la concessione di suolo pubblico.
Possiamo affermare che in questi due mesi di dialogo con il Sindaco abbiamo ottenuto per la categoria più risultati che in tre anni di confronto con l’ex Assessore al ramo; l’ordinanza n 33 del 9 marzo 2016 aveva un fortissimo contenuto vessatorio e penalizzante proprio nei confronti dei commercianti in regola che si sarebbero ritrovati esposti oltre al già pesante carico sanzionatorio previsto dall’insieme delle sanzioni sul suolo pubblico anche alla chiusura della attività interna dai 5 ai 20 giorni anche solo per pochi centimetri di violazione.

Abbiamo avuto il coraggio di sollevare la questione e l’incontro di oggi conferma che le nostre posizioni non erano tendenziose o da “frangia estremista “ ( come una volta sono state apostrofate) ma critiche legittime e razionali poste allo scopo di rappresentare la reale situazioni dei commercianti catanesi ed evitare che la legge potesse essere usata in modo distorto e prevaricatorio a danno proprio di coloro che avrebbe dovuto difendere.”

“Con le modifiche apportate al testo oggi raccogliamo un importante risultato  -spiegano il Pres. Tudisco ed il Vicepres. Malafarina – perché significa che abbiamo posto domande sostanziali , che non potevano essere ignorate, e che grazie alla perseveranza e tenacia del nostro sindacato e all’atteggiamento di ascolto e dialogo delle istituzioni, hanno finalmente trovato una risposta equilibrata”

Anche la CIDEC rappresentata da A.Giampiccolo prende atto dei risultati ottenuti e del nuovo clima di dialogo con le Istituzioni cittadine.

IL nuovo testo prevede una netta distinzione tra coloro che sono totalmente abusivi che restano sottoposti al regime della legge Maroni e per i quali è prevista la chiusura della attività commerciale dai 5 ai 20 giorni sin dalla prima violazione, più le ulteriori sanzioni previste dalla normativa di riferimento, e coloro che invece hanno il titolo concessorio , per i quali sono stati introdotti dei correttivi : in primo luogo si distingue tra i diversi ampliamenti al fine di evitare condotte scorrette tra i commercianti, infatti ove l’ampliamento sia inferiore al 20% non si procederà con la chiusura dell’attività commerciale ma solo ad un ammonimento, nel caso di recidiva il commerciante sarà sottoposto alla sanzione delle attività commerciale da un minimo di 1 giorno fino ad un massimo di 5 ( gradandola in base al numero di violazioni e alla entità delle stesse) e solo alla quinta violazione accertata il commerciante subirà la revoca della concessione del suolo pubblico e solo per l’anno in corso ( e non più per due anni e al secondo verbale come previsto nel precedente testo).

“Possiamo considerare quello di oggi un passo in avanti, un passo verso una maggiore attenzione alle istanze del commercio e un passo verso un dialogo con le istituzioni . Sappiamo che ancora altri passi in avanti devono essere compiuti per risollevare il commercio cittadino ma come diceva Lao Tzu “ anche un viaggio di mille miglia comincia sempre con il primo passo”.”

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.