fbpx
CronachePrimo Piano

Fingevano di rifornire di gasolio un tir e si dividevano i soldi: truffa ad imprenditore acese

Avevano architettato un sistema per truffare il titolare di una ditta di trasporti e dividersi tra loro i soldi destinatati al rifornimento di gasolio. 

La denuncia è partita dalla vittima, un 59enne di Acireale. L’uomo attivo con 10 tir tra l’Italia e la Francia, si è accorto di come uno dei suoi autisti a parità di chilometri chiedesse più soldi rispetto agli altri. Quando il titolare della ditta dinanzi ad un ammanco di oltre 30mila euro ha segnalato il caso alla Polstrada di Catania, focalizzandosi su alcune aree di servizio nei pressi di Firenze dove avvenivano i rifornimenti.

Il modus operandi

Così sono scattate le indagini della squadra di polizia giudiziaria del Compartimento Polstrada Toscana. Gli appostamenti degli agenti hanno subito dato gli effetti sperati e i furbetti smascherati. 

Il camionista, un 55 di Riposto, lasciava il tir a distanza, per poi dirigersi verso due benzinai, un 53enne di Pian di Scò (Ar) e un 43enne di Figline Valdarno (FI). Lo step successivo era farsi addebitare 650 euro di rifornimento, mai erogato, sulla carta di credito del datore di lavoro. Poi il camionista riceveva 480 euro in contanti dai benzinai, mentre questi ultimi intascavano l´avanzo dai conti di 170 euro a fine giornata. Il sistema ha così permesso ai tre di rubare ben 30mila euro al titolare della ditta di trasporti. 

Le pattuglie della Stradale di Firenze hanno così denunciato i tre per truffa e appropriazione indebita.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker