fbpx
LifeStyleNews in evidenzaPersonaggi

E’ morto Fidel Castro, l’uomo che portò la rivoluzione a Cuba

Fidel Castro, nato a Birán, il 13 agosto 1926, ex primo ministro di Cuba, si è spento a 90 anni.

A darne l’annuncio è il fratello minore Raúl Castro, attuale presidente dell’isola: «Il comandante in capo della Rivoluzione cubana è deceduto stasera alle 22,29».

Il leader rivoluzionario che conquistò il potere sull’isola nel 1959, rovesciando la dittatura di Fulgencio Batista
ha spesso giocato un ruolo internazionale maggiore di quanto lascino supporre le dimensioni geografiche, demografiche ed economiche di Cuba, a causa della posizione strategica e della vicinanza geografica agli Stati Uniti del Paese.

Noto anche con l’appellativo di Líder Máximo, “Condottiero Supremo”, attribuitogli quando, il 2 dicembre 1961, dichiarò che Cuba avrebbe adottato il comunismo in seguito allo sbarco della baia dei Porci a sud dell’Avana, un fallito tentativo da parte del governo statunitense di rovesciare con le armi il regime cubano; nel corso degli anni Castro ha rafforzato la popolarità di quest’appellativo.

Fidel Castro, il quale ha apportato notevoli progressi sociali a Cuba, era considerato dai suoi sostenitori un liberatore dall’imperialismo.

«Il corpo di Fidel Castro sarà cremato nelle prossime ore» continua il fratello Raul; «Hasta la victoria, siempre», è con queste parole che si è concluso l’annuncio della morte di Fidel Castro.

Il 18 febbraio 2008, dopo quasi mezzo secolo di presidenza, Fidel Castro ha dichiarato che non avrebbe accettato una nuova elezione alla Presidenza del Consiglio di Stato e del consiglio dei Ministri, a causa di problemi di salute.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker