BenessereLifeStyleSalute

Feste finite. Parola d’ordine: DETOX

Il programma detox della Farmacia Minerva

La befana si è portata via tutte le feste ma non i chili in più. Passati i giorni di festa, vi sentite gonfi, appesantiti e persino più affaticati. E non è solo una questione di chili in più: l’organismo in questi giorni ha dovuto affrontare un super lavoro per smaltire gli eccessi e tutti i meccanismi ormonali che regolano il metabolismo sono andati in tilt.

Quello che occorre adesso per tornare in forma è una specie di programma detox che utilizza il cibo e i vari abbinamenti tenendo conto del loro effetto sui singoli organi consentendo la produzione di ormoni che attivano al meglio il nostro corpo.

PRIMA SETTIMANA: DEPURARE

La prima settimana serve a depurarci, riportando alla normalità i delicati meccanismi del metabolismo. Il primo giorno prevede il “digiuno verde” di cui vi ho parlato nello scorso articolo: sono concesse solo verdure e grassi buoni per disintossicare reni, fegato e pancreas.

L’organismo è veloce ed è sufficiente un giorno solo per resettare il metabolismo.

Poi, nei giorni successivi, si reintroducono gradualmente tutti i cibi, con buon senso e nelle giuste quantità, mantenendovi sotto i 100gr per quanto riguarda carboidrati e proteine e attorno ai 200gr per le verdure sia cotte che crude.

ALIMENTO TOP: ZENZERO

Usato da millenni nella medicina cinese e indiana, è ricco di oli essenziali e altre sostanze che hanno un’azione termogenica: producono cioè calore, dando una sferzata al metabolismo. Stimola inoltre i processi digestivi, il fegato lavora meglio, libera la bile e i ristagni di tossine vengono eliminati con maggior facilità..

SECONDA SETTIMANA: RIATTIVARE

Adesso che avete riportato il metabolismo e gli ormoni alla situazione di partenza, l’alimentazione può diventare più varia e completa.

Per esempio, possiamo inserire nel menù settimanale anche un alimento fritto. Questa modalità di cottura, infatti (purché effettuata con olio extravergine di oliva), stimola il lavoro del fegato.

Per evitare di cedere alle tentazioni, tra un pasto e l’altro, è importante consumare degli spuntini a metà mattina e a metà pomeriggio. Ad esempio mandorle, noci e cioccolato extrafondente sono il top in quanto mantengono sotto controllo la secrezione di insulina, l’ormone che ha il compito di regolare il livello degli zuccheri nel sangue e che, prodotto in eccesso, favorisce l’accumulo di grasso. In più, svolgono un’azione antifame, antiage e anche tonificante sul sistema nervoso.

Durante questa settimana non dimenticatevi l’uso abbondante di spezie ed erbe aromatiche che, oltre a insaporire i piatti, stimolano il metabolismo e combattono i radicali liberi.

ALIMENTO TOP: CARCIOFO

Contiene cinarina, che attiva i processi di disintossicazione delle cellule del fegato e, se consumato a crudo, ha anche un effetto diuretico. In più: tiene a bada il colesterolo, rallenta l’assorbimento degli zuccheri, accelera il metabolismo dei grassi ed è un potente antiossidante.

TERZA SETTIMANA: RIEQUILIBRARE

Finalmente abbiamo depurato l’organismo, rimesso in moto in modo corretto i meccanismi ormonali e adesso potete proseguire con le sane e buone abitudini che sono: piatti proteici (soprattutto pesce e carne magra) a pranzo, per mantenere attivo il metabolismo durante il giorno e non avere cali di attenzione dopo mangiato.

Tante verdure cotte e crude, che saziano, depurano e stimolano fegato e reni a funzionare al meglio. E poi carboidrati la sera, perché impegnano meno la digestione e conciliano il riposo notturno. Frutta sì ma senza eccessi: il fruttosio affatica il pancreas e fa aumentare di peso.

Via libera all’olio extravergine di oliva che stimola la digestione, il drenaggio della bile e la riduzione del colesterolo cattivo (LDL). Inoltre, grazie alla clorofilla e ai carotenoidi di cui è ricco, accelera il metabolismo.

ALIMENTO TOP: OLIVE

Sono le sentinelle del buon funzionamento ormonale. Tengono sotto controllo l’insulina e il cortisolo che, se non sono in equilibrio, portano a un aumento della sensazione di fame e quindi fanno ingrassare. Le olive sono un ottimo spuntino e in più saziano molto.

Quali varietà preferire? Quelle verdi dolci, perché contengono meno sale, ma se piacciono di più quelle nere, basta solo sciacquarle bene prima di consumarle. Infine, cercate di acquistare sempre quelle con il nocciolo (a meno che non dobbiate usarle per preparare una salsa), perché conservano meglio i loro principi nutritivi.

LE TISANE AMICHE

Possono sembrare un rimedio blando, invece sono fondamentali per una profonda azione detox e aiutano a perdere peso grazie alla presenza di oli essenziali, alcaloidi, vitamine, minerali, oligoelementi che sostengono il metabolismo.

Ecco di seguito alcuni esempi:

DEPURA I RENI

Ingredienti: pilosella, centella, gramigna. La dose consigliata è di 1 litro al giorno (4 tazze) da bere lontano dai pasti. Rinforza l’azione detox assumendo linfa di betulla: 2 cucchiai al mattino a digiuno.

DISINTOSSICA IL FEGATO

Ingredienti: cardo mariano (semi o foglie), bacche di schisandra chinensis, carciofo, combretto. Per 1 settimana, 4 tazze al giorno. Fai una pausa di 1 settimana e ripeti per 1 altra settimana. Prosegui per 1 mese.

PIÙ SPRINT AL METABOLISMO

Ingredienti: arancio amaro betulla, orthosiphon,tarassaco. Grazie alla sinefrina contenuta nell’arancio amaro, accelera il consumo calorico e il metabolismo dei grassi. Le altre piante hanno azione drenante e depurativa. Sorseggia la tisana 10 minuti dopo i pasti principali.

SGONFIA LA PANCIA

Ingredienti: senna (10%), finocchio (22,5%), coriandolo (22,5%), frangola (22,5%), malva (22,5%). Blandamente lassativa, aiuta a liberare l’intestino, migliora la digestione e combatte il meteorismo. Bevila a fine pasto.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.