fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Ferragosto: la festa più odiata dalla spiaggia di Fondachello

Bottiglie, spazzatura, falò e soprattutto tanta inciviltà: sono stati questi gli ingredienti del ferragosto fondachellese

Ragazzini ubriachi che si “dissetano” con l’alcool, coppiette che usano la spiaggia come alcova e soprattutto tanta, tanta inciviltà.

Siamo a Fondachello una delle spiagge più frequentate della provincia di Catania durante la notte di Ferragosto.

Spiaggia poco frequentata a luglio, Fondachello diventa una bolgia a cielo aperto durante la notte del 14 agosto: tanto alcool, molto fumo e…poca musica. “La Canzone del Sole” ha lasciato il posto a Rovazzi e le bottiglie di birra hanno spodestato le chitarre classiche.

Al di là della nostalgia per i tempi passati quello che risalta all’occhio è l’inciviltà: il 15 agosto abbiamo trovato in spiaggia tantissime buste di spazzatura, tanti falò per nulla coperti e soprattutto diverse bottiglie rotte che possono arrecare danno ai bagnanti.

IMG_20160815_122609

IMG_20160815_123144

IMG_201608228_111317IMG_201608228_111948

Eppure le regole non mancano… Il Decreto Regionale sull’uso delle Spiagge e delle Strutture Balneari prescrive che è vietato pernottare e campeggiare sulla spiaggia. Sappiamo inoltre che è reato gettare la spazzatura per strada, eppure questi fenomeni, quest’anno come gli altri, hanno caratterizzato l’estate di Fondachello. Persino i falò sono vietati: chi li accende rischia una multa che va  dai 100 ai 1.000 euro. Insomma le leggi ci sono, ma da decenni non vengono rispettate da chi, magari, si va a lamentare dicendo che a Fondachello, pardon Fognachello, c’è il mare inquinato…

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.