fbpx
Primo PianoSalute

Nuovi farmaci contro il cancro

Giuseppe Floresta– laureato in Farmacia e dottore di ricerca in Scienze chimiche all’Università di Catania- ha ricevuto una delle prestigiose borse di ricerca biennali finanziate dall’azione “Marie Skłodowska-Curie” nell’ambito del quadro Horizon 2020 con base ricerca e innovazione.

Infatti, grazie all’assegnazione dell’Individual Fellowship  il ricercatore etneo potrà portare avanti il progetto di ricerca “Imaging of c-Met aberrant cancers with Gallium-68 chelators for positron emission tomography (ICG68-PROG)” finalizzato alla creazione di nuovi farmaci diagnostici per diverse forme di tumore, in sinergia con il gruppo di ricerca guidato dal Dott. Vincenzo Abbate, al Kings College di Londra.

Il progetto si propone l’obbiettivo di individuare, con le moderne strumentazioni, in tempi celeri la malattia e intervenire tempestivamente.

Inoltre, Floresta sottolinea come a Londra, ogni giorno, venga a contatto con professori e ricercatori, di formazione tutta italiana e all’avanguardia.

Spiega il ricercatore: «I nuovi farmaci creati andranno a localizzarsi in cellule che sovraesprimono un particolare recettore (c-Met), e si potranno utilizzare nelle comuni tomografie a emissione di positroni (PET)».

Dunque, i farmaci studiati e testati in Inghilterra, dal giovane chimico-farmaceutico catanese, avranno una specifica struttura formata da due parti.

La prima a base proteica e servirà per andare a localizzare i tessuti colpiti dalla malattia, la seconda parte sarà una porzione in grado di legare il Gallio 68, elemento chimico, che servirà a rendere visibili le cellule nella tomografia.

Continua Floresta: «Il vantaggio di utilizzare il Gallio sta nel fatto che il radioisotopo può essere utilizzato da qualsiasi ospedale con un centro PET senza il bisogno di avere ciclotroni in situ, infatti, questo comporterà una sensibile riduzione dei costi diagnostici.»

Floresta, inoltre, si augura di poter continuare i suoi studi nel mondo della ricerca catanese proseguendo collaborazioni con ricercatori europei.

G.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Leggi Anche

Close
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker