fbpx
Sport

F.Andria-Catania 0-0 con finale thrilling (video). Super Pisseri, male la difesa

FIDELIS ANDRIA – CATANIA  0-0

FIDELIS ANDRIA (4-2-3-1) 22 Cilli; 2 Tartaglia, 4 Aya, 6 Rada, 21 Curcio; 11 Matera, 8 Piccinni; 26 Onescu, 10 Mancino, 7 Volpicelli (dal 75′ Cruz); 19 Cianci (dal 71′ Fall). A disp. 12 Pop, 14 Masiero, 29 Annoni, 25 Imbriola, 17 Starita, 16 Minicucci, 18 Ovalle, 20 Berardino, 24 Tito, 30 Klaric. All. Favarin

CATANIA (4-3-1-2): 12 Pisseri; 2 Nava, 6 Gil, 16 Bastrini, 20 Djordjevic; 8 Da Silva (dal 57′ Fornito), 5 Scoppa, 27 Biagianti; 10 Russotto (dal 81′ Barisic), 9 Paolucci, 7 Calil (dal 73′ Piscitella). A disp. 22 Matosevic, 28 Parisi, 3 Bergamelli, 15 Mbodi, 24 Di Cecco, 19 Anastasi, 23 Di Grazia. All. Rigoli.

ARBITRO: Luciano della sezione di Lamezia Terme.

AMMONITI: Matera, Biagianti, Mancino, Gil, Onescu


Si conclude con il risultato di 0-0 il match tra Catania e F.Andria.

A dispetto del risultato finale maturato allo stadio degli Ulivi si è trattato di un match tutt’altro che noioso caratterizzato da un’altalena di emozioni sino al triplice fischio finale. Gli etnei tornano a casa con un punto, prova in chiaroscuro per gli uomini di Rigoli che alla luce della prestazione odierna fanno un passo indietro rispetto alla prima uscita stagionale. Da rivedere la retroguardia rossazzurra troppo spesso in difficoltà in fase di non possesso, Bastrini e Drausio in apnea sugli avanti pugliesi anche per la scarsa copertura offerta dai due terzini Nava e Djorjevic costantemente protesi in avanti in fase di spinta.

Parte male il Catania nel primo tempo che concede molto spazio ai padroni di casa. L’ottimo Pisseri sventa il tiro di Cianci dal limite, gli etnei provano a giocare di rimessa e quando lo fanno si rendono pericolosi con Paolucci che di sinistro prova a trafiggere Cilli e Russotto con un tiro ravvicinato respinto dall’estremo difensore.

Il trio di centrocampo con Scoppa, Biagianti e Silva non è riuscito a garantire continui rifornimenti al tridente offensivo che è andato fisiologicamente in difficoltà a causa dei pochissimi palloni giocabili.

Migliori in campo Matteo Pisseri, una vera e propria saracinesca tra i pali. Almeno un paio gli interventi decisivi che hanno consentito agli etnei di non capitolare. La parata a tu per tu dapprima su Mancino, e poi sul diagonale di Cianci certificano la prestazione super del numero uno rossazzurro.

I rossazzurri  recriminano per un rigore netto negato a Paolucci al 61′.

In 60 secondi, tra i minuti 87 e 88, arrivano due legni: Biagianti colpisce il palo con un destro incrociato, il nuovo entrato Fall sul rovesciamento di fronte fa altrettanto. E poco dopo Pisseri strappa nuovi applausi dicendo no a un sinistro di Mancino. Finisce 0-0 e non è un punto da buttare via.

Il finale di gara ricco di suspance regala in 60 secondi due legni, uno per parte: dapprima il Catania all’87 con Biagianti, quindi l’Andria nel successivo ribaltamento di fronte con Fall.

Prima del fischio finale ci pensa ancora Pisseri che salva sul sinistro al volo di Mancino.

In virtù del punto odierno, il Catania si porta a -2 in classifica.




Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button