fbpx
ArteLifeStyleNews in evidenza

Etna comics day one

Ha avuto inizio oggi la sesta edizione di Etna comics, fiera del fumetto e della cultura pop che sta crescendo anno dopo anno, in termini di numeri e di prestigio. Oggi la fiera etnea sembra essersi conquistata il podio, subito etna15dopo il Napoli comicon e la convention superstar Lucca comics & games.

La location è sempre quella delle ciminiere di viale Africa, botteghini presi d’assalto in mattinata che trovano la calma solo nel primo pomeriggio. L’evento più seguito della giornata si svolge in una gremitissima Sala Polifemo, Cristina D’Aveva fa da mattatrice nel day one di Etna Comics 2016. Sorriso smagliante e stessa grinta di sempre, viene interrotta piu’ volte dagli applausi dei numerosissimi fans, di tutte le età, venuti ad ascoltarla. Dimostrando ancora una volta che le indelebili sigle dei cartoni animati rievocano ricordi vivissimi anche a chi bambino non lo è piu’ da tempo. La cantante che ha dominato la scena dei cartoon tra gli anni ottanta e gli anni novanta ha risposto alle domande dei fan e spiegato alcune dinamiche del suo lavoro fino ad oggi. La D’Avena ha parlato del suo rapporto con le cover band che suonano i suoi pezzi più famosi, raccontando simpatici aneddoti di interventi nei loro concerti ed è proprio Massimo Galletti della Day by Day’s band a parlare della totale dedizione e meticolosa preparazione del lavoro di Cristina D’Avena. Altro aspetto importante della recente carriera della D’Avena è la partecipazione a Sanremo di cui si è parlato in maniera approfondita, dandole qualche piccola rivincita  su chi la “definiva mera cantante da cartoni animati”.

etna13Si passa al workshop dei disegnatori di casa DC COMICS (casa editrice di Batman, Superman e Wonder Woman) Jimmy Palmiotti e Amanda Conner, dove le due matite di fama mondiale hanno spiegato anche con dimostrazioni pratiche alcuni trucchi del mestiere.

Nel pomeriggio si è svolta la presentazione di “EXODUS” l’ultimo dissacrante lavoro del fumettista satirico Alessandro Mereu in arte “Don Alemanno”, il tema della nuova graphic novel è quello dei profughi, della loro condizione e della coscienza collettiva guidata dall’ormai indefinito sentito dire, quella di Don Alemanno è una satira tagliente che il più delle volte suscita reazioni di vario genere soprattutto sui social network e ha parlato all’Urlo di come le reazioni più spropositate il più delle volte siano legate ad una mancanza di contenuti e di incapacità nel saper interpretare la satira per quanto pungente e diretta essa sia.

La prima calda giornata di Etna comics non poteva che chiudersi con il concerto di Cristina D’Avena i cui testi non ci riesce difficile da credere erano cantati a memoria dall’intera platea.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button