fbpx
Primo PianoPsiche e Società

Esistono regole in amore?

«Regole. L’uomo con l’amore cambia», R.Musil, L’uomo senza qualità.

In questo periodo in cui conviviamo con il Covid. Si parla di contagi quanti, quando le scuole apriranno il lavoro incerto, anche i rapporti con l’altro risentono di tale incertezza.

Da un lato diventiamo degli sceriffi a guardare se gli altri rispettano le norme, dall’altro quest’ultime ci stanno strette.

In amore ci sono regole?

Molti ne hanno parlato dai più famosi film fino a dei libri che suggeriscono strategie sulla carte funzionante, ma che messi in pratica i risultati ottenuti sono deludenti.

Esiste solo una regola, essere sé stessi, ascoltare le nostre emozioni e sentimenti, prendendoci le responsabilità delle azioni che compiamo per l’altro, ma anche per noi. Molti rapporti si sono consolidati con questa quarantena perché l’incertezza ci ha fatto capire quali sono le cose importanti tra cui l’altro.

Per chi invece non ha una relazione le cose sembrano più complicate, come se già non lo erano abbastanza. Per cercare l’amore dovremmo anche capire cosa significa amare per noi, cosa vogliamo e cosa possiamo dare in una relazione. Molte volte non troviamo una relazione stabile anche perché non siamo disposti a fare dei compromessi.

Essere liberi può essere visto da diversi punti di vista

Essere liberi significa essere responsabile delle proprie scelte e azioni, insomma della vita che conduciamo.

Nel momento in cui incontriamo una persona da amare rinunciamo ad una libertà esclusiva e la dividiamo con l’altro, senza pensarci troppo, in maniera naturale perché facciamo posto a quella persona.

Tenendo, però, presente il nostro modo di vivere la realtà, le nostre regole senza perderci in quelle del partner.

lo diventa un noi, ma fino ad un certo punto

L’altra faccia della libertà è quella di una responsabilità troppo grande, è più facile vivere una vita in cui qualcun altro decide e in questi casi avere una relazione rappresenta la salvezza. Per evitare la responsabilità della propria esistenza la relazione che nascerà non sarà tra pari, bensì tra uno che decide/comanda e l’altro che esegue. Per altri, invece, essere liberi molto spesso è sinonimo anche di solitudine.  Questo modo di interpretare la libertà non ci permette di scegliere lucidamente con chi dividere la nostra vita; poiché pur di stare con qualcuno siamo disposti a dei compromessi che rischiano di eliminare dal quadro della relazione la propria identità.

Una relazione dovrebbe nascere dalla consapevole certezza di un amore proprio, ovvero, una accettazione di sé. In questo modo non dipenderemo dall’altro, bensì sceglieremo in maniera autentica la compagnia dell’altro. Nasce così una relazione tra pari fatta di condivisione di responsabilità e anche da una comunicazione efficace.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker