fbpx
Cronache

Strade Sicure. Catania, l’Esercito in prima linea nel contrasto alla criminalità

Quello appena trascorso è stato un week end di fuoco per l’Esercito  impegnato in attività di presidio nell’ambito dell’operazione “Strade Sicure”. I militari sono infatti più volte intervenuti, in concorso e congiuntamente alle Forze di Polizia, in azioni di contrasto alla criminalità.

Ecco i risultati del presidio

Acciuffato malvivente con la refurtiva trafugata

Grazie alla segnalazione di alcuni cittadini, la pattuglia dei militari in forza al 62° reggimento fanteria “Sicilia” ha consegnato alla Polizia di Stato il giovane ladro che aveva trafugato il materiale esposto da un negoziante. Il furto si consumava nei pressi di Piazza Università.

Rinvenute targhe automobilistiche per presunti atti criminali

La pattuglia di controllo nell’area perimetrale dell’aeroporto Fontanarossa rinveniva, ben nascoste dietro alcuni muretti in cemento, nove targhe automobilistiche.  Per alcune di queste era stato già denunciato lo smarrimento. Le targhe, che sarebbero potute servire anche per compiere atti criminali, sono state consegnate agli agenti della Polizia di Stato. Sono state perciò avviate le conseguenti indagini.

L’Esercito e la pubblica utilità

Quelli registrati sono risultati incisivi e puntuali conseguiti dai militari presenti nel capoluogo etneo. Efficacemente coordinati con le Forze dell’ordine, i militari dell’Esercito confermano il sostanziale apporto nel presidio del territorio grazie all’esperienza degli uomini e delle donne maturata in oltre trent’anni di missioni internazionali, nell’impiego in operazioni sul territorio nazionale e nella costante attività addestrativa e formativa che consente di avere soldati addestrati a intervenire anche in operazioni di pubblica utilità.

∼DB

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker