fbpx
LifeStyleNews in evidenza

Escursione con ciaspolate sull’Etna

E’ tempo di neve, e come quasi ogni anno in questo periodo, anche se con qualche grado in più, decidiamo di dedicarci alla montagna, la nostra amata Etna.

Che si tratti di sci, snowboard, evoluzione della tavola da surf portata sulla neve, snow bike, mountain bike sulla neve o Ice Series, automobilismo su ghiaccio,  l’ambiente resta lo stesso e la neve non può mancare. Ecco dunque in alternativa un’escursione sull’Etna con ciaspolate.

Si tratterebbe di indumenti per camminare sulla neve, come delle racchette per i piedi che ti permettano di deambulare sulla neve senza scivolare o sprofondare da un momento all’altro.

L’Etna (detto anche Mongibello da Mons e Jebel, la Grande Montagna per antonomasia) è il vulcano più grande d’Europa, con i suoi circa 3300mt, copre un raggio medio di 20 Km. La sua presenza ha influenzato sia la cultura del popolo etneo che la vita di tutti i paesini etnei che vivono in simbiosi col vulcano. I suoi fenomeni: fumi, esplosioni, ceneri, colate etc. sono ormai una routine per gli abitanti e ma servono ricordare la sua presenza e la sua grande forza.

Nelle escursioni con le ciaspole, sul versante nord e sud del grande vulcano, è possibile scoprire due ambienti completamenti diversi.

L’escursione, organizzata da Escuriosando Trekking, vi darà anche l’opportunità di passare una splendida giornata dedicata alla visita della cittadina di Noto e della Riserva di Vendicari in riva al mare, ovviamente senza le ciaspole, ma attrezzati per godere della spiaggia.

Ecco il programma dell’escursione che partirà il 15 febbraio:

Mercoledi 15 febbraio: Appuntamento in tarda mattinata all’Aeroporto Vincenzo Bellini di Catania, visita della città di Catania, trasferimento e sistemazione presso BB, situato a 400 m di quota su versante orientale dell’Etna.

Giovedi 16 febbraio: Trasferimento a quota 1.700 m del versante nord dell’Etna nella zona di Piano Provenzana – Linguaglossa. Questa località sciistica immersa in una grande pineta ha l’aspetto di un paesaggio alpino con l’aggiunta della visione del mare Ionio.
L’escursione con racchette da neve tra i 1700 e 2300 mt di quota ci farà scoprire un ambiente inconsueto!

Venerdi 17 febbraio: Trasferimento a quota 1.900 m. sul versante meridionale per l’escursione con racchette da neve partendeo dal rifugio Sapienza e salendo con impianti in quota, per ammirare il belvedere su valle del bove e i crateri sommitali del Mongibello.
Questo versante dell’Etna è decisamente condizionato dalle colate laviche che si succedono in ogni eruzione del vulcano.

Sabato 18 febbraio: Trasferimento alla Riserva Naturale di Vendicari, in prossimità di Noto (Sr). Escursione nella Riserva, visita alla Tonnara e relax sulla splendida spiaggia. Visita della città di Noto.
Trasferimento all’Aeroporto Vincenzo Bellini di Catania e partenza.
Durante la vacanza non mancherà l’occasioni di apprezzare anche i sapori tipici di questi luoghi come cannolo, granita, cassata, arancino.

La quota di partecipazione che comprende accompagnatore, Guida Alpina professionista, Dotazione di sicurezza per il gruppo quali kit di pronto soccorso, telefono satellitare, GPS, Trasferimenti vari per Catania e luoghi delle escursioni, è di € 490. All’interno della quota è prvesto il soggiorno in Hotel 4 stelle con sistemazione in camere doppie, trattamento b&b, uso trasmettitori ARVTA durante le escursioni con le ciaspole ed uso ciaspole per chi ne fosse sprovvisto.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button