fbpx
News in evidenzaTecnologia

Esame per la patente di guida: ora si prepara con un’app

Esercitarsi all’esame di guida con le realtà virtuale e aumentata attraverso un’app. L’idea è venuta a Salvatore Ambrosino, cofondatore e direttore commerciale di Guida e Vai, network per la formazione a cui aderiscono circa quattrocento autoscuole italiane, che ha pensato un nuovo sistema di insegnamento per preparare all’esame di teoria le nuove generazioni, costantemente connesse a internet e in molti casi più avvezze ad utilizzare i tablet piuttosto che i libri per apprendere nozioni teoriche.

Sviluppato in un anno di lavoro da tre ingegneri e un disegnatore 3D della software house Reddoak, il programma al momento è in fase di test presso due autoscuole lombarde, una a Milano e una a Cisliano. Una volta rifinito il prodotto, l’obiettivo di Guida e Vai è distribuirlo: sarà offerto gratuitamente ai partner. «Terremo due seminari in cui gli esperti di Guida e Vai spiegheranno alle autoscuole come impiegare al meglio queste tecnologie nella didattica, fornendo così un servizio di formazione esperienziale».

Grazie a questa novità i ragazzi possono ”immaginarsi” a occhi aperti nel bel mezzo di un incrocio e capire come comportarsi correttamente alla guida. Gli istruttori, attraverso l’app dedicata, possono mostrare agli allievi dotati di visore ottico anche le situazioni più complesse. L’apparecchio trasporta gli studenti in vari scenari a seconda dell’ambiente simulato. «Una volta realizzato tutto il sistema – sottolineano da Guida e Vai – e sviluppate le schede e le ricostruzioni della realtà in 3D che mostrano le situazioni più particolari alla guida, per utilizzare la realtà aumentata è sufficiente uno smartphone, mentre per la realtà virtuale è necessario solo il visore ottico, di qualsiasi brand, associato ad un qualunque smartphone. I prezzi dei visori ormai partono da dieci euro».

(ANSA)

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button