fbpx
NeraNews

Una donna con 3 kg di eroina intercettata all’aeroporto di Catania

Si è fatta tradire dal nervosismo la nigeriana giunta all’eroporto di Catania con un volo proveniente da Istanbul, Turchia, che trasportava ben 3 Kg di eroina nel proprio bagaglio.

Durante le operazioni di controllo la donna ha manifestato evidenti segni di nervosismo tanto da indurre i Finanzieri e i funzionari delle Dogane a verificare con la massima accuratezza i bagagli trasportati dalla passeggera e il relativo contenuto.

E’ stato così scoperto un doppio fondo in una valigia, all’interno del quale era nascosto un involucro contenente la potente sostanza stupefacente.

IMG_20160715_092316IMG_20160715_104654

La donna è stata tratto in arresto per traffico internazionale di sostanze stupefacenti quindi è stata portata al carcere di Piazza Lanza a Catania.

L’eroina sottoposta a sequestro è risultata purissima alle analisi e, secondo le prime approssimative stime, avrebbe potuto consentire proventi illeciti per oltre 150.000 euro.

Mostra di più

Fabiola Foti

38 anni, mamma di Adriano e Alessandro. Giornalista da 20 anni, può testimoniare il passaggio dell'informazione dal cartaceo al web e, in televisione, dall'analogico al digitale. Esperta in montaggio audio-video e in social, amante delle nuove tecnologie è convinta che il web, più che la fine dell'informazione come affermano i "giornalisti matusa", rappresenti una nuova frontiera da superare. Laureata in scienze giuridiche a Catania ha presentato una tesi in Diritto Ecclesiastico. Ha lavorato per: TRA, Rei Tv, Video Mediterraneo, TeleJonica, TirrenoSat, Giornale di Sicilia. Regista e conduttrice del format tv di approfondimento Viaggio Nella Realtà. Direttore di SudPress per due anni. Già responsabile Ufficio Stampa per Società degli Interporti Siciliani e Iterporti Italiani. Già responsabile Comunicazione e Social per due partiti. Attualmente assistente parlarmentare con mansioni di Ufficio Stampa presso il Parlamento Europeo. Fondatore della testata online L'Urlo.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button