fbpx
Sport

Entella-Catania 2-0. De profundis rossazzurro con Pulvirenti silente

Un Catania senza dignità perde miserabilmente anche contro la matricola Entella per 2-0 con le reti messe a segno da Masucci al 17′ e 32′. Si spalancano le porte della Lega Pro per la società del presidente Pulvirenti, assente a Chiavari. Presenti Cosentino e Delli Carri. Il Catania non c’è stato mai nè con la testa, nè con le gambe soprattutto chi era in campo per grazia ricevuta come Castro, Rinaudo ed Escalante mantenuti sul rettangolo di gioco per buona parte della partita non certo per meriti acquisiti sul campo. Zero tiri in porta, zero mordente, zero dignità per questa formazione.

Prestazione inguardabile di Rinaudo ed Escalante, difesa in continuo affanno che è riuscita nell’impresa di subire il secondo gol nel momento in cui si trovava schierata contro un solo attaccante ligure in area di rigore. Più che una squadra, quella scesa in campo a Chiavari è sembrata un’armata brancaleone consapevole del suo destino.

Capitolo a parte merita Marcolin, disastroso sotto tutti i punti di vista, a partire dalla preparazione della gara e per finire con l’incapacità di rimediare in corsa ai propri errori iniziali di formazione. Con una squadra sull’orlo del baratro ha ritenuto opportuno concedersi il lusso di tenere in campo Rinaudo, Escalante e Castro e relegare in panchina Maniero e Sciaudone. Incredibile dare le chiavi del centrocampo a Rinaudo ed Escalante, confusionari, privi di mordente, incapaci di verticalizzare o far ripartire la squadra. Al termine della gara, i “gladiatori” rossazzurri, dopo aver calpestato la maglia, non si sono nemmeno degnati di salutare i tifosi giunti sino a Chiavari.

La classifica è drammatica, Catania al terz’ultimo posto a -5 dalla salvezza. Negli ultimi due anni i tifosi etnei hanno assistito a via vai di allenatori, calciatori, ma nulla è cambiato, a questo punto associare lo sprofondare del Catania alla venuta di Cosentino è per usare un eufemismo lampante. Le dimissioni dell’a.d. argentino seguite da quelle del tecnico Marcolin sarebbero d’obbligo in una situazione a dir poco vergognosa a cui sono costretti ad assistere da tempo i tifosi etnei. Nell’attesa, rimane un presidente silente non si sa bene per quale strano motivo e una classifica che conduce per direttissima in lega Pro, non passando nemmeno per i playout e per quello visto in campo il Catania non merita di più.

PAGELLE

Gillet 5

Parisi 5 (46′ Maniero 5)

Schiavi 4,5

Ceccarelli 5

Capuano 4,5

Rinaudo 3

Escalante 3 (68′ Rossetti S.V.)

Mazzotta 5

Rosina 5

Calaiò 4,5

Castro 4

 

VIRTUS ENTELLA-CATANIA 2-0

MARCATORI: 17′ Masucci, 32′ Masucci

VIRTUS ENTELLA (4-3-3): 1 Paroni; 2 Iacoponi, 16 Cesar, 27 Ligi, 24 Belli; 4 Volpe (dal 86′ Troiano), 6 Di Tacchio, 23 Botta, 31 Cutolo, 30 Lanini (dal 65′ Costa Ferreira), 26 Masucci (dal 70′ Rozzi).

CATANIA (3-4-1-2): 1 Gillet, 5 Schiavi, 45 Ceccarelli, 24 Capuano (C); 28 Parisi (dal 46′ Maniero), 8 Escalante (dal 68′ Rossetti), 21 Rinaudo  44 Mazzotta; 10 Rosina; 19 Castro (dal 79′ Sciaudone), 9 Calaiò

AMMONITI: Schiavi, Parisi, Cutolo, Iacoponi, Calaiò

ESPULSO: 94′ Schiavi

 

 

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker